Facebook si mangia anche Waze per il solito miliardo di dollari?

Prosegue incessante il valzer, o sarebbe meglio dire proseguono le voci, delle acquisizioni nell’effervescente campo del social web. Facebook l’anno scorso ha acquisito Instagram, e lo sappiamo, per 1 miliardo di dollari.

Ora la sta lentamente plasmando a sua immagine e somiglianza, vedi i tag alle persone recentemente introdotti nel social fotografico. Nulla da fare, almeno per il momento, in casa Google che non ha poi acquisito WhatsApp come si era vociferato, sempre per 1 miliardo di dollari.

Facebook compra tutti, Google fa da sé


Meglio puntare su Hangouts, fu Babel, per contrastare l’agguerrita concorrenza,Viber compresa, nel campo del social instant messaging e VoIP. Di qualche ora fa l’ultima voce, sempre su Facebook, sempre su un’acquisizione possibile.

Questa volta la "vittima" prescelta è Waze, il navigatore GPS sociale, cresciuto lentamente e che conta ormai milioni e milioni di utenti con una mappa stradale di tutto rispetto ma, soprattutto, gratuita.

Il solito miliardino di sporchi dollari


Indovinate la cifra di cui si è parlato per l’affare in divenire? Esatto, avete indovinato: 1 miliardo di dollari, che pare ormai cifra forfettaria nel caso in cui un affermato colosso voglia acquistare una realtà comunque conosciuta e rispettata ma più piccola e appetibile.

Acquisizione strategica che consentirebbe ai ragazzi di Menlo Park di avere una propria via sulla strada della navigazione GPS, settore or ora sguarnito per il sito blu ma decisamente molto importante nel contesto del social web e non solo.

Social GPS network


L’israeliana Waze, attiva dal 2008, si è fatta conoscere negli anni con una strategia davvero ben architettata, offrendo un servizio utile, a costo zero, e attraverso la via della socialità che, anche nel percorrere le stesse strade, si è dimostrata vincente.

Sarà vero, sarà falso? Nessuno, se non le aziende coinvolte, lo possono sapere. Possiamo solo restare alla finestra e vedere se qualcosa si concretizzerà. Google sta spingendo su più fronti: settimana prossima sapremo molte più cose. Gli altri vertici del triangolo, Facebook e Apple, non si possono permettere attese troppo lunghe e, quanto prima, metteranno sul piatto le loro carte.

Via | Reuters

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO