Motorola XT1058, un benchmark svela nuove specifiche

Un’indiscrezione proveniente da GFX Bench rivela alcune informazioni sul Google X Phone. I test benchmark mostrano i risultati ottenuti dal prossimo smartphone targato Motorola ed indicano la presenza di nuove specifiche tecniche.


Motorola X Phone
Del dispositivo che ormai viene riconosciuto comunemente con il “misterioso” nome di Google X Phone si sente già parlare da diversi mesi e le speculazioni, come al solito, si avvicendano numerose.
Quello che prende il nome di Project X, stando alle informazioni raccolte finora, sarà un marchio attraverso il quale Google intende conquistare la supremazia nel mondo Android, avvalendosi della divisione mobile di Motorola e sfidando Samsung.

Motorola XT1058


È molto più che plausibile che qualche nuovo dispositivo venga presentato durante lo svolgimento della conferenza annuale della compagnia di Mountain View, il Google I/O, che si terrà tra un paio di giorni.
Una certificazione della Federal Communications Commision statunitense confermerebbe l’esistenza di un modello denominato Motorola XT1058 che sarebbe una versione del non ancora conclamato X Phone.

Un dispositivo con lo stesso numero di modello è apparso anche su GFX Bench che ne mostra i risultati delle performance nei vari campi. Uno dei tratti più notabili è la presenza della denominazione “Ghost”, un riferimento interno di Google all’X Phone, cosa che darebbe valore alle tesi sull’identità di questo telefono.

Le specifiche tecniche


I risultati di questo test si sovrappongono ai rumors riguardanti le caratteristiche tecniche del Motorola X Phone e sembrano confermare la presenza di un display con qualità 720p.

Il processore poi, con frequenza a 1,7 GHz, dovrebbe essere un Qualcomm Snapdragon S4 Pro oppure uno Snapdragon S600; alcune teorie più spinte vedrebbero coinvolto addirittura uno Snapdragon S800. Naturalmente, trattandosi di un benchmark, niente è stato scolpito nella pietra e potrebbe benissimo trattarsi di una bufala.
Tratteniamo dunque l’entusiasmo fino al 15 maggio, giorno di inizio del Google I/O.

Via | ubergizmo.com

  • shares
  • Mail