Google Hangouts per iOS, Android e browser è qui

Dopo settimane di rumor ecco finalmente, tra le tante altre cose presentate ieri da Big G nel corso del keynote per il Google I/O 2013, la messaggistica denominata Hangouts, rispettando le previsioni che abbiamo fatte nei gironi scorsi.

Google Hangouts

Tutto quel che c’è stato fino a oggi, creato dal colosso di Mountain View, la "Babele di lingue" e di applicazioni varie per comunicare, viene unificato in un’unica applicazione, disponibile da poche ore per iOS, Android e nel web, attraverso browser.

iOS e Android per il momento


Purtroppo al momento nulla è stato creato per BlackBerry e Windows Phone ma c’è da scommettere che, quanto prima, qualcosa arriverà anche per i possessori di quelle piattaforme.

Massima importanza viene data alle conversazioni, non agli utenti che creano e compongono le stesse, con la possibilità di avere lo storico di quanto ci si è detti dall’inizio, cancellarlo se lo si ritiene necessario, certo, condividere foto, dare vita a una videoconferenza.

Hangouts, partenza a bassi regimi


L’applicazione per iOS è scaricabile da App Store, quella per Android va a sostituire Google Talk (se non riuscite a farlo potete scaricare il solito .apk da QUI) ed è, a nostra opinione, leggermente più farraginosa della prima, invero più ordinata e comprensibile. Per il momento è possibile dare vita a nuove Hangouts, aggiungere persone, modificare il nome della chat, inviare immagini ai partecipanti.

La cosa è ancora embrionale, non si può fare altro al momento ma senza dubbio molto altro verrà aggiunto nelle prossime release. Per quanto concerne il web abbiamo testato le Hangouts, in Google+, con i browser Chrome, Safari e Firefox e tutto pare andare benone.

Via | Google Blog

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: