NEC Medias X, il primo smartphone con raffreddamento a liquido

NEC espande la sua offerta di prodotti per il 2013 e presenta il NEC Medias X 06E, il primo smartphone Android equipaggiato con un sistema di raffreddamento a liquido per la CPU destinato al mercato giapponese.



La compagnia giapponese NEC è in procinto di aggiungere al proprio listino un dispositivo con una caratteristica particolare la cui vendita sarà affidata al gestore di servizi telefonici NTT DoCoMo.
Lo smartphone è il NEC Medias X 06E, un dispositivo basato su Android che fa uso di un sistema di raffreddamento a liquido per tenere basse le temperature del processore.


Promesse temperature decisamente più basse


NEC ha deciso di tentare il mercato facendo uso di un tipo di tecnologia per niente nuova nell’ambito di altri tipi di dispositivi elettronici ma mai utilizzata all’interno di uno smartphone. Il processore quad-core Qualcomm Snapdragon 600 di cui è dotato il NEC sarà accompagnato da un tubo riempito con il liquido di raffreddamento che si occuperà di dissipare il calore attraverso un foglio di grafite che segue il circuito stampato.
Questo sistema promette temperature sensibilmente più basse all’interno del telefono rispetto a tutti gli altri dispositivi, così come mostrato dal grafico comparativo pubblicato da NEC stessa.

Le altre caratteristiche


Il Medias X 06E non è affatto uno smartphone straordinario ma si difende degnamente contro gli altri dispositivi Android. Come già visto il SoC è un Qualcomm Snapdragon 600 APQ8064T a 1,7 GHz, installato sotto uno schermo OLED da 4,7 pollici con risoluzione a 720p. Tra le altre dotazioni risultano anche una fotocamera posteriore con sensore da 13 megapixel e supporto per reti LTE.

Le specifiche non giustificano di certo l’impiego di un tale sistema di raffreddamento e sono davvero pochi i casi di smartphone che lo richiederebbero.

Disponibilità


Il NEC Medias X 06E è destinato principalmente ad un pubblico femminile e sarà messo in vendita da DoCoMo alla fine del 2013, a Dicembre. Si tratta comunque di un dispositivo che quasi sicuramente non vedremo mai arrivare sugli scaffali in Europa.

Via | Engadget.com

  • shares
  • Mail