Nvidia Tegra 4i con modem integrato tocca i 150 Mbps in una dimostrazione

Nvidia dimostra le potenzialità e le migliorie del suo processore Tegra 4i dotato di connettività LTE integrata. In un test il chip si dimostra in grado di raggiungere una velocità di 150 Mbps su una rete LTE Cat 4.



Una delegazione di NVIDIA si trova al CTIA 2013, convention espositiva per il mondo mobile organizzata dal gruppo CTIA – The Wireless Association e che si sta svolgendo in questi giorni presso il Sands Expo & Convention Center di Las Vegas. La dimostrazione tenuta oggi al raduno dalla compagnia di Santa Clara da sicuramente lustro ad uno dei suoi prodotti principali del 2013.

Nvidia Tegra 4i e modem i500


Il soggetto in questione è l’anticipato processore dedicato ai dispositivi mobile, l’Nvidia Tegra 4i, una versione riveduta del predecessor , il Tegra 4, annunciato all’inizio di quest’anno. Il Tegra 4i ha fatto la sua comparsa al Mobile World Congress con il suo modem LTE integrato i500 che già allora ha sostenuto un test di velocità su una connessione LTE Cat3 a 100 Mbps.

Questa volta Nvidia sposta la linea di demarcazione portando il suo chip a dare dimostrazione delle sue performance sulla simulazione di una rete LTE Cat4 a 150 Mbps. Si tratta in effetti di un tipo di network che non vede attualmente un utilizzo, cosa che conferisce un pregio notevole alle prestazioni del Tegra 4i che sembra comportarsi egregiamente nella prova.

Evoluzione software


Il chip soggetto al test è stato utilizzato sull’Nvidia Phoenix, smartphone di riferimento della compagnia statunitense legato proprio al Tegra 4i. Il punto forte dell’Nvidia Tegra 4i e del suo modem i500 è proprio quello di potersi trasformare senza il bisogno di un upgrade hardware.

Trattandosi di un modem programmabile l’avanzamento di performance è stato ottenuto con un intervento di aggiornamento software, dimostrando la capacità del chip di Nvidia di potersi facilmente adattare agli standard di connettività di futura generazione. Il modem integrato i500 inoltre possiede dimensioni ridotte del 40% rispetto ad altri competitori, fattore che consente nuove soluzioni nell’architettura dei dispositivi.

Via | Slashgear.com

  • shares
  • Mail