Quattro donne italiane su cinque soffrono di nomofobia

Gli uomini hanno sempre il telefono in mano? Lo controllano continuamente, mentre le donne sono più parche e moderate?

Donne italiane NoMofobia

 

Invece no, chi lo avrebbe mai detto: sono ben 4 su 5 le "ragazze" che in Italia dipendono dal loro smartphone e soffrono di quella che viene definita nomofobia, ossia fobia del no mobile, di non essere connesse al mondo attraverso il oro telefono, o tablet e computer che sia.

L'80% delle donne dipendono dallo smartphone


L’inaspettato risultato deriva da una ricerca del sito alfeminile.com, realizzata in collaborazione con il leader mondiale delle aste online eBay, su un campione di 3000 donne del Belpaese. Presente nel 73% delle borsette, il 13% possiede due smartphone e il 35% possiede smartphone e tablet, accoppiata di grande moda negli ultimi mesi.

Vita privata a rischio cellulare


Brutte notizie sul fronte sentimentale, per sommo disappunto dei maschietti: sono il 46% delle donne a non utilizzarlo in caso di un appuntamento romantico mentre il 29%, quasi un terzo, lo (tristemente) consulta anche nel corso di un rapporto amoroso. Per quanto concerne la sostituzione, infine, il 12% delle intervistate dichiara di cambiarlo ogni anno, il 21% ogni anno e mezzo mentre il 67% lo cambia solo se necessario ossia se lo rompe o lo perde.

Socialità virtuale supera socialità reale


Un risultato inaspettato, quindi, che dimostra però il grado di informatizzazione raggiunto dalle nostre donne che è senza dubbio superiore a quello degli uomini, solitamente più attratti dagli amenicoli elettronici ma che poi li utilizzano meno o si stancano prima.

Socialità massima con lo smartphone, grazie a Facebook, Twitter, Pinterest, foursquare e mille altre applicazioni che ben conoscete tutti. Per poi non parlare della messaggistica e delle mail che notificano senza soluzione di continuità: una vera disgrazia per la vita sociale reale, non virtuale.

Via | ANSA

  • shares
  • Mail