YouTube per Windows Phone, Microsoft cede alle richieste di Google

Microsoft sta aggiornando la sua applicazione YouTube per Windows Phone, resa disponibile sullo store lo scorso 7 maggio, al fine di rispettare alcuni, ma non tutti, termini di servizio di Google.

Dopo che Microsoft ha reso disponibile la propria app YouTube per Windows Phone, Google ha reagito con forza: il 15 maggio ha inviato a Microsoft una lettera nella quale evidenziava la violazione di alcuni dei termini di servizio di YouTube.

Le violazioni contestate


Secondo Google, l'app sviluppata da Microsoft viola dei termini in quanto non mostra gli annunci pubblicitari e consente agli utenti di scaricare contenuti. La richiesta è quindi perentoria: Microsoft deve bloccare o ritirare l'app YouTube dallo Store di Windows Phone a partire da ieri, 22 maggio.

La risposta di Microsoft


Il colosso di Redmond ha deciso di aggiornare la propria app, senza cedere del tutto alle richieste di Google, disabilitando i download dei video. Gli annunci pubblicitari, però, non vengono ancora visualizzati. Gli utenti Windows Phone che hanno già scaricato l'applicazione YouTube di Microsoft, dopo l'aggiornamento, troveranno il download bloccato. Intanto un portavoce Microsoft ha commentato la vicenda:

Microsoft ha aggiornato l'app YouTube per Windows Phone per limitare l'accesso ai video offline e ai video con restrizioni come richiesto da Google la scorsa settimana. Siamo in contatto con Google e continuiamo a credere che le nostre due società possono lavorare insieme per migliorare un'app che avvantaggia i nostri clienti in comune, i partner e i fornitori di contenuti. Stiamo guadagnando nuovi clienti ogni giorno e IDC ha recentemente reso noto che Windows Phone ha registrato il più grande aumento di utenza di anno in anno tra i principali sistemi operativi. Non vediamo l'ora di lavorare con Google per assicurare una grande esperienza di utilizzo su YouTube per il crescente numero di persone che fanno affidamento su entrambi i nostri rispettivi prodotti.

I problemi alla base della disputa


Microsoft si è sempre lamentata pubblicamente che Google non vuole fornire l'accesso alle necessarie interfacce di programmazione delle applicazioni che permetterebbero di un'app YouTube per Windows Phone che mostri gli annunci pubblicitari. YouTube per Windows Phone è stata quindi creata con un'API YouTube esistente e pubblica, ma che non consente di visualizzare le pubblicità. Google non consente ad altri produttori di piattaforme telefoniche, tra cui Apple, BlackBerry e ora Microsoft, di creare applicazioni proprie di YouTube. I funzionari di Google hanno messo in chiaro che non sono interessati a supportare Windows 8 e Windows Phone per quanto riguarda molte delle applicazioni Google sviluppate, creando un forte svantaggio per la concorrenza.

La risposta di Google


Google ha seccamente suggerito che agli utenti Windows Phone e BlackBerry che vogliono accedere a YouTube di farlo andando attraverso il sito YouTube Mobile. È molto probabile che la disputa continuerà a lungo prima di giungere ad una soluzione.

Via PocketNow

  • shares
  • Mail