HTC One senza Micro SD, spiegata la misteriosa assenza della memoria espandibile

Finalmente HTC ha spiegato perché il suo One non ha la memoria espandibile in tutti i Paesi del mondo

HTC One Sulla bellezza e la qualità di HTC One è difficile dire qualcosa di negativo: lo smartphone taiwanese ha un design impeccabile e delle funzionalità che gli hanno permesso di toccare vette altissime in non molto tempo. Un difetto, però, c'è - ammesso che si usi il telefono come una game station e non come un dispositivo ordinario - : stiamo parlando della memoria non espandibile tramite micro USB; qui da noi, infatti, si hanno a disposizione 32 GB senza possibilità di aumento.

Lo stesso - i più informati lo sapranno senz'altro - non succede in Cina e in Giappone, dove la micro SD permette l'impossibile. Ma non è finita qui: è persino disponibile la versione da 64 GB, che HTC non ha voluto/potuto per tutti i mercati. Come spiegare una tale differenza di trattamento? A spiegarlo è stato Jeff Gordon, Senior Global Online Communications Manager di HTC, che al portale Techradar è stato chiarissimo:

"[In Cina la memoria è espandibile] perché la versione cinese di One è pensata appositamente per le frequenze locali; disponevamo di spazio ulteriore all’interno del device, così siamo stati in grado di inserire uno slot microSD. Non abbiamo a disposizione quello spazio nella versione global".

Tutta una questione di spazio, insomma. Sembra tanto una scusa inventata sul momento, ma, in fin dei conti, perché HTC avrebbe dovuto sacrificare una funzionalità così importante senza motivi validi? Fingiamo di crederci e "accontentiamoci" dei 32 GB.

Via | Techradar

  • shares
  • Mail