5 Concepts di smartphone flessibili

La prossima generazione di smartphone avrà le caratteristiche di flessibilità, che permetterà, tra le altre cose, anche di poter “indossare” il proprio telefono, un po’ come i Google Glass o l’iWatch.

La tecnologia per fare questo esiste già e si chiama Willow Glass, uno schermo molto resistente, e Youm, display OLED. Le possibilità sono infinite, ecco alcuni concept decisamente interessanti.

Sony, Samsung e Philips lo smartphone flessibile

Partiamo da Sony e da Samsung, i cui smartphone del futuro sono stati disegnati rispettivamente da Hiromi Kiriki e da Erik Campbell. Nel primo caso lo smartphone sembra uscita dal film Tron Legacy e permette di svolgere tutta una serie di funzioni proprio grazie alla flessibilità del materiale con cui è composto, che può essere indossato al polso o semplicemente lasciato sul tavolo, ad esempio. Nel secondo caso, il telefono è realizzato per una parte in acciaio, indossabile, con uno schermo “slide” che rivela una tastiera. Interessante anche il concept per Philips, realizzato dal designer brasiliano Dinard da Mata. Si tratta di Fluid e ricorda un braccialetto da indossare.

Asus WaveFace

Asus ha presentato al CES 2010 il suo WaveFace, uno schermo da polso ricco di informazioni e controllato tramite gesti. Questa tecnologia fa parte del ASUS Advanced Project 2010, che mostra anche WaveFace light, un tablet flessibile, e WaveFace Casa, un display che fa tornare in mente il classico televisore, ricco di informazioni e con possibilità di giochi.

Limbo, smartphone da polso

Limbo è infine uno smartphone flessibile che può essere sia indossato al polso che lasciato su un piano grazie all’appoggio incorporato.

Questi concept sono decisamente interessanti, e tu come immagini il futuro degli smartphone?

Via | siliconangle.com

  • shares
  • Mail