Oppo Find 5, recensione e caratteristiche. Un super smartphone con display 1080p

Ho acquistato un Oppo Find 5, e ne sono rimasto piuttosto soddisfatto. L'ho messo rapidamente alla prova, e la recensione che segue ne è il risultato. Scopriamo assieme se il rapporto qualità-prezzo è buono quanto sembrerebbe.

Gallery recensione Oppo Find 5

Gallery recensione Oppo Find 5
Gallery recensione Oppo Find 5
Gallery recensione Oppo Find 5
Gallery recensione Oppo Find 5

Non è né un Samsung Galaxy S4 né tantomeno un HTC One, anche se i suoi componenti sono da telefono super premium. È l’Oppo Find 5, uno smartphone assolutamente eccezionale per rapporto qualità prezzo, che può tranquillamente affrontare i marchi più blasonati sullo stesso terreno.

Ho deciso di rischiare ed acquistarne uno, fidandomi delle ottime recensioni e del tam tam degli utenti, tutti impressionati positivamente da questo apparecchio.

Chi è Oppo e come acquistare il suo smartphone


Gallery recensione Oppo Find 5

Oppo è un brand cinese con una presenza multinazionale, più famoso per i suoi apparecchi multimediali di lusso che per gli smartphone. Il Find 5 è il suo unico smartphone per ora a catalogo in Europa.

E che smartphone! Oppo ha scelto un modello di vendita estremamente moderno, dato che si può acquistare direttamente dal produttore tramite il sito europeo (con sede in Inghilterra). Si paga con PayPal e le spese di spedizione sono gratuite. Il telefono è completamente sbloccato - ed invero la versione di Android a bordo non è poi tanto distante da quella “Nexus”, se si eccettua una GUI personalizzata ancora in costruzione.

Oppo Find bianco o nero costano €399 per la versione 16GB e €426 per la versione 32GB. Consiglio a tutti la seconda versione.

Scheda Tecnica


  • Dimensioni: 141.8 x 68.8 x 8.9 mm
  • Peso: 113g
  • Processore: Quad-core 1.5 GHz Snapdragon S4 Pro
  • RAM: 2GB
  • Display: IPS LCD capacitive 1080x1920
  • Spazio di Archiviazione: 16/32GB
  • Fotocamere: frontale 13MP; posteriore 1.9MP
  • Sistema Operativo: Android 4.1.1 Jelly Bean
  • Connettività: 3G, miniUSB, GPS, NFC, Wi-Fi, Bluetooth
  • Batteria: 2500mAh Li-Ion

Oppo Find 5, come si presenta

Gallery recensione Oppo Find 5

L’Oppo Find 5 ha un corpo in policarbonato, rinforzato da una scocca interna in acciaio. Dire che è robusto è poco, è davvero un terminale solido. È decisamente più sottile del Nokia Lumia 920, e pesa 20g in meno - I materiali tuttavia non danno una sensazione meno solida e lussuosa, anche se si tratta di plastica. Il Galaxy S4 per contrasto fa una magra figura, il suo materiale non dà la stessa sensazione di forza, ma se non altro è un terminale più piccolo e leggero dell’Oppo.

Il dorso del Find 5 è dolcemente curvo, e termina in una sorta di piccolo gradino in corrispondenza dei bordi. I colori di questo guscio unibody di plastica possono essere due: nero oppure bianco. Al centro del telefono campeggia il logo, in alto troviamo il sensore della fotocamera, protetto da un’unghia di alluminio spazzolato resistente ai graffi. Purtroppo la zona scelta per la fotocamera la espone a ditate ed invasioni del campo visivo da parte della mano che lo sorregge.

In basso c’è lo speaker, molto potente ma con bassi insoddisfacenti. L’HTC One qui è irraggiungibile, ma il Galaxy S4 è messo decisamente peggio, soprattutto per quanto concerne il volume. L’Oppo non suona né più né meno bene del comparto audio di un buon PC portatile.

La zona frontale è dominata dal bellissimo display 1080p di cui parleremo più diffusamente dopo. Il corpo plastico unibody compare solo nella parte inferiore, in una specie di “mento”. La cornice è ridottissima e la superficie di Gorilla Glass 2 arriva fin quasi al bordo. L’Oppo si è rivelato meno resistente alle impronte e ditate del Huawei Ascend W1 che ho testato un mese fa.

Sui lati della scocca troviamo poche cose. Sopra al telefono c’è il jack per le cuffie, sotto la mini-usb per ricaricarlo. Sul lato sinistro c’è lo slot per la SIM e il tasto power, una posizione quantomeno scomoda. Sul lato destro i pulsanti per il volume.

Hardware

L’Oppo ha un bellissimo display IPS LCD 1080x1920 da 5”. È davvero luminoso e ben definito, con i suoi 441 ppi. Non invidia nessun altro sul mercato, anche se non si tratta di un fantascientifico AMOLED.

Il processore è invece uno Snapdragon S4 Pro, un quad core Krait di forza molto rispettabile e GPU Adreno 320. Solo gli Snapdragon 600 sono al momento superiori a questa tecnologia, che era il top fino a sei mesi fa.

La batteria è una bestia da 2500mAh, ma l’autonomia non è davvero del tutto perfezionata. Ci sono giorni in cui non dura da mattina a sera, purtroppo, ma si tratta di un problema che il firmware deve risolvere ed a cui il team Oppo sta lavorando alacremente.

L’Oppo Find 5 non ha modulo LTE, quindi non è un buon acquisto se state pensando molto al futuro della connettività veloce. Per il resto, più meno tutti gli apparati puramente telefonici sono identici a quelli del Nexus 4.

Gallery recensione Oppo Find 5

La fotocamera è un sensore 13MP di Sony piuttosto potente ed impressionante. Purtroppo la sua gestione in condizioni di scarsa luminosità fa francamente schifo. Non c’è ancora implementata neppure la modalità notturna, ed il flash LED non arriva molto lontano. Serve urgentemente nuovo software ed una app più funzionale. Nota di merito: la modalità HDR funziona davvero bene e spesso "salva" foto altrimenti molto piatte.

Interfaccia utente e sistema operativo

Gallery recensione Oppo Find 5

L’Oppo Find 5 gira con Android Jelly Bean 4.1.1, non 4.2. Onestamente va bene così, per il momento, dato che la versione attuale è sì migliorata ma non così tanto da meritare una corsa folle all’implementazione.

JB è tuttavia leggermente "occultato" da una UI personalizzata da Oppo, che per ora sembra non avere nome. Questo ambiente grafico è pensato apposta per il display 1080p ad alta densità, ma non ha una grafica tanto complessa o barocca, solo una serie di interfacce e widget arrotondate e astratte, per lo più traslucide. Le finestre tendono al bianco ed al grigio, con spazi di interazione solidi. Ci sono poche ombre e sfumature, più colori solidi e nessuno skeumorfismo - e purtroppo i widget non sono disegnati da una persona dotata di buon gusto, sono decisamente troppo “cartone animato fantascientifico".

Bocciata anche la schermata di lock, che si dovrebbe trascinare per sbloccare, avviando un’animazione stile specchio che ruota. Purtroppo l'idea non è realizzata benissimo e lo slide-to-unlock non registra sempre accuratamente il nostro dito. Pe fortuna che c’è la normale schermata di lock a combinazione di Android.

La mia feature preferita? C’è un ottimo sistema di multitasking a tab: premi il tasto home e puoi scegliere l’app. Ben fatto e funzionale.

Il sistema viene aggiornato costantemente, ogni 2-4 settimane. Non credo ci siano altri produttori così vicini ai prodotti che rilasciano - HTC e Samsung sono famosi per vendere lo smartphone e fregarsene per sempre del cliente, lasciandolo spesso senza uno straccio di aggiornamento per mesi. Oppo è l’esatto opposto, anche se parte di questa assiduità deriva dal fatto che il sistema richiede ancora un bel po’ di lavoro per essere finito.

In ogni caso una nuova interfaccia che modifica più profondamente Android è in lavoro: per il momento si chiama Project Firefly, ed è in beta. Vale la pena notare che Oppo ha subito teso la mano ai creatori di ROM, e lo smartphone supporta benissimo Cyanogen e le altre - Se non vi piace quel che vedete, cambiatelo.

Considerazioni Finali

L’Oppo Find 5 è un ottimo telefono, costruito bene e di grandissima qualità. Mi trovo piuttosto bene e sono davvero felice dell’acquisto. Essendo salito sul carrozzone solo a questo punto, ho anche potuto godere la piattaforma software ad un discreto stato di sviluppo, che di sicuro rende il mio giudizio più positivo.

Ovviamente non è una macchina perfetta, ma spero vivamente che nel corso dei prossimi mesi il team Oppo risolva bug ed incertezze, e che il suo design software definitivo ci faccia dimenticare la GUI un po’ raffazzonata che per ora ci tocca subire.

Consiglio il Find 5 a chiunque non si sia fissato con l'idea che la marca o un processore appena uscito (che di solito resta tale per 5 mesi o giù di lì, non di più) siano del tutto irrinunciabili.

I suoi difetti possono essere riassumibili in una breve lista:

  • Niente porta SD per espandere lo spazio di archiviazione
  • Batteria non sostituibile dall’utente
  • Durata della batteria ancora mediocre
  • UI ancora instabile e incompleta
  • Software della fotocamera insoddisfacente
  • Quattro punti su cinque possono ancora essere alleviati o risolti, quindi non ci resta che stringere i denti e aspettare.

    • shares
    • Mail