TIM condannata per aver ostacolato una portabilità

TIM - telecom italia mobile logoIl Mattino di Padova ha riportato una notizia per certi aspetti molto interessante per chi sa come funziona una portabilità e conosce la sequela infinita di lungaggini che spesso vengono incluse pur senza un valido motivo. Lo scopo è chiaro: tenere il cliente il più possibile, convincerlo (anche per sfinimento) a non uscire dalla propria rete.

La storia raccontata sul giornale veneto parla dell'avvocato Carlo De Simoni, normale cliente TIM deciso lo scorso giugno 2008 a passare la propria utenza lavorativa a 3Italia. I tempi hanno iniziato ad allungarsi a tal punto che ben cinque mesi dopo, il 18 novembre 2008, lui stesso deposita un ricorso al giudice scrivendo:

Il sottoscritto è costretto a tenere attive due utenze: quella di Tim, per la continuità dei rapporti di lavoro, e quella di H3G. [...] Il perdurare della situazione sta diventando insostenibile, mentre TIM, procrastinando pretestuosamente il trasferimento dell'utenza, invia al sottoscritto fatture e solleciti di pagamento arbitrari e incomprensibili.

La decisione di ricorrere è avvenuta anche a fronte di una fatturazione di 16€ che -riporta- era stata già regolarmente pagata e una di 356.18€ mai neppure ricevuta, con tanto di minaccia di risoluzione del contratto in essere.

Il risultato è abbastanza chiaro: il numero è passato con un ritardo di sei mesi, il 29 dicembre 2008, ma il giudice non ammette che sia su base volontaria.

Il trasferimento dell'utenza è avvenuto solo in seguito alla proposizione del ricorso. Ecco perché la compagnia deve essere condannata al pagamento in favore del ricorrente delle spese del procedimento, atteso che nessuna valida argomentazione ha offerto per giustificare il mancato trasferimento dell'utenza. È evidente il suo inadempimento

Il giudice civile di Padova, Lucia Martinez, ha quindi disposto -in base al ricorso d'urgenza presentato secondo l'articolo 700 del codice di procedura civile- che TIM fosse condannata al pagamento di 750€ per le spese processuali.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: