Possibile riduzione del costo degli sms a seguito dell'Eurotatiffa sms

gestori-sms Con l'entrata in vigore all'inizio di luglio del pacchetto leggi della Commissione Europea in tema di costi per servizi telefonici, si assisterà ad una cosa molto particolare: inviare un sms da una parte all'altra dell'Europa costerà meno che inviarlo al proprio vicino di casa. Tra gli effetti di tali norme, infatti, ci sarà la vuova Eurotariffa sms che prevede un costo massimo per gli sms inviati tra i paesi dell'Unione Europea fissato a 11 cent + iva (totale 13,2 cent).

L'attuale panorama italiano delle tariffe per l'invio di sms in Europa prevede un costo che, a seconda dell'operatore, varia tra un minimo di 25 cent (Vodafone) ad un massimo di 50 cent (Wind). Rispetto alle condizioniin vigore , quindi, si assisterà ad una sensibile riduzione, che nel caso di Wind raggiungerà circa il 75% del costo. Alla luce di tutto questo ci si rende conto che gli attuali 15 cent del costo dei messaggi nazionali per la maggior parte dei piani tariffari in vigore rappresentano un paradosso.

Un articolo apparso sul sito di Repubblica, però, apre uno scenario molto positivo: Agcom e Antitrust, infatti, avrebbero portato a termine una indagine iniziata a luglio 2008 sul costo di sms, mms e traffico dati. Nonostante tale analisi evidenzi come il 75% degli utilizzatori degli sms goda di condizioni favorevoli dovute a promozioni speciali e particolari tariffe, i due organi di controllo sembrano intenzionati ad intervenire sul costo dei messaggi in quanto il restante 25% dei fruitori del servizio (ovvero coloro che pagano il prezzo pieno di 15 cent) garantisce ai gestori il 77% delle entrate.


Per effetto dell'Eurotariffa sms potremmo assistere, quindi, ad un livellamento del costo massimo dei messaggi al costo europeo: 13,2 cent invece degli attuali 15 cent. La speranza è che non si assista ad un livellamento verso l'alto con la rimodulazione di tariffe e promozioni che consentono, ad oggi, l'invio a costi decisamente più bassi (ad esempio 7 cent con Super 7 di H3g).

Probabilmente nel caso in cui verrà imposto questo tetto massimo si potrebbe assistere ad una rinnovata offerta commerciale dei gestori virtuali: fino ad ora, infatti, non hanno in genere offerto tariffe "d'attacco" a causa dell'elevato costo (5,5 cent in media a messaggio) che devono sostenere per l'utilizzo delle reti dei gestori tradizionali. La riduzione dei prezzi imposta potrebbe portare (condizionale d'obbligo) ad una conseguenza diminuzione di tali oneri per i gestori virtuali e, forse, a vantaggi per i clienti.

[via WorldMobile]

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: