WES 2009: Intervista a Mike McAndrews

Mike McAndrews Interview from Luigi Melita on Vimeo.

Al WES 2009 abbiamo intervistato anche (qui trovate l'articolo su Mike Lazaridis) Mike McAndrews, responsabile del portfolio degli smartphone BlackBerry. L'intervista, di cui trovate il video completo in Inglese, è partita da un'analisi generale delle vendite degli smartphone di RIM (26 milioni nel 2008 e 50 milioni in totale, numero che dimostra l'enorme crescita dell'azienda) che solo di recente hanno goduto di operazioni di marketing come accadeva per altri competitor.

Storicamente, infatti, il BlackBerry sono stati caratterizzati da un alto tasso di "passaparola", con nuovi utenti (sia business che consumer) convinti dalle esperienze d'uso di amici e colleghi. Con la decisione di concentrarsi anche sul mercato consumer, però, la necessità di far conoscere i propri prodotti anche ai non esperti si è sentita e, complice il successo della linea Pearl, i dati tra utenti business e consumer sono arrivati ad un 50:50 (su un totale di 25 milioni di utenti BlackBerry) all'inizio del 2009.

Proseguendo nell'intervista Mike ci spiega il successo della differenziazione fra i vari prodotti, così che ogni cellulare si adatti meglio alle diverse esigenze degli utenti (di formato e di caratteristiche) pur mantenendo la stessa architettura software, lo stesso livello di sicurezza e il concetto di "all-in-one" che ha determinato il successo degli smartphone.

Alla richiesta di informazioni su nuovi modelli e nuove caratteristiche ci troviamo di fronte un muro quasi invalicabile. Il concetto è quello della convergenza e del rendere il device tale da "sfocare" la linea tra attività lavorative e svago. Nonostante questo però nessuna informazione ci viene data riguardo a futuri modelli, lasciandoci così in balia dei rumors che trovate su queste pagine.

L'intervista si conclude con la fatidica domanda: "quando arriverà App World in Italia". La risposta è ancora "boh", però ci hanno assicurato che ci terranno informati. Intanto al WES siamo riusciti a fare un giro sull'App World americano e bisogna ammettere che sia la versione touch che quella tradizionale sono eccezionali nella semplicità d'uso e di consultazione: quasi disarmante!

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: