Google vuole monetizzare il tono di attesa delle chiamate

brevetto tono chiamate Google

Avete presente il tono di attesa che si ascolta quando telefoniamo qualcuno? Ci permette di capire il numero di squilli effettuati, se l'utente è occupato, se è un utente estero e così via. Google sembra interessata proprio a quei toni, o meglio, vuole eliminarli e sostituirli con dei messaggi pubblicitari.

Lo rivela un brevetto depositato lo scorso 16 luglio. In realtà non tutti i toni di attesa sarebbero monetizzati, ma solo quelli del nuovo servizio Google Voice, al momento disponibile solo negli USA. A fronte della possibilità di effettuare chiamate gratuite, infatti, Google vuole monetizzare il servizio in qualche modo. Chissà se il brevetto sarà mai applicato.

[via unwiredview]

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: