Standard per mobile broadband

WiMax logoWi-Max (o 802.16) è lo standard a larga banda wireless spinto da Intel, che può raggiungere velocità di trasmissione fino a 70 megabit/secondo su distanze fino a 50 chilometri. Se arriveranno i chip promessi e si libereranno le frequenze necessarie, potrebbe essere un interessante concorrente alle ADSL, e potrebbe essere usato da cellulari, palmari e PC portatili. Intel vuole integrare la connettività WiMax in tutti i chipset per PC portatili, per spingerne l'adozione.

Il problema è che i chip per la connettività non ci sono ancora, molte delle frequenze che usa sono in mano ai militari (almeno in Italia), e per di più non è particolarmente compatibile con usi mobili (ad esempio, è in difficoltà quando si usa a velocità da macchina / treno).

Adesso, per di più, è in arrivo Mobile-Fi (0 802.20), uno standard da 1 megabit/secondo (e oltre) che meglio tollera gli usi mobili, mentre standard con nomi più esotici, come Flash-OFDM di Flarion già funzionano, si stanno diffondendo rapidamente, e hanno costi bassi.

Come al solito, in Italia il problema è dato dai regolamenti: il ministero delle comunicazioni libererà le frequenze necessarie a questi nuovi standard, sapendo che potrebbero "aprire" il mercato delle comunicazioni mobili a larga banda e nuocere ai gestori di telefonia fissa e mobile ?

Si può sempre sperare.

[via The Inquirer]

  • shares
  • Mail