Samsung Galaxy S4, i test benchmark non sono stati manipolati (parola di Samsung)

Samsung risponde alle accuse di aver manipolato i test benchmark di Galaxy S4 con Exynos 5 Octa

foto samsung galaxy s4 Non è la prima volta che Samsung si trova a doversi difendere da accuse che, però, non sono poi così tanto infondate: pensate, per esempio, a quando pagò alcuni esperti (e anche alcuni utenti) per recensire negativamente HTC One; oggi la situazione vede coinvolta non un'altra compagnia, ma proprio lei e i suoi prodotti, Samsung Galaxy S4 in particolare, visto che, secondo gli analisti di AnandTech, l'ultimo test benchmark sulla versione Exynos 5 Octa sarebbe stato truccato.

Samsung, ovviamente, non poteva che rispondere, rispendendo le accuse al mittente con un comunicato stampa ufficiale:

"In condizioni normali - così esordiscono i coreani -, Galaxy S4 è stato progettato per consentire una frequenza massima della GPU di 533MHz. Tuttavia, la frequenza massima GPU è abbassata a 480MHz per determinate applicazioni di gioco che possono causare un sovraccarico, quando sono utilizzati per un periodo prolungato di tempo in modalità a schermo. Una frequenza massima della GPU di 533 MHz è però applicabile per l'esecuzione di applicazioni che di solito vengono utilizzate in modalità a schermo intero, come il Browser S, la galleria, la macchina fotografica, il lettore video e alcune applicazioni di benchmarking, che richiedono anche prestazioni notevoli.

Le frequenze massime di GPU per il Galaxy S4 sono state variate per offrire un'esperienza utente ottimale per i nostri clienti, e non sono destinati a migliorare alcuni risultati dei benchmark.

Rimaniamo impegnati a fornire ai nostri clienti la migliore esperienza utente".


In altri termini, i dati diversi da quelli attesi dipendono proprio dal test benchmark e non da manipolazioni effettuate dall'azienda coreana. Dove sta la verità? Non lo possiamo sapere: come al solito, è tutta una questione di fiducia.

  • shares
  • Mail