HTC non si vende, parola del presidente cinese Ray Yam

HTC non vende e ha in serbo molte sorprese per i suoi affezionati: parla il presidente di HTC Cina, dopo gli ultimi pessimi rumor sulla compagnia

logo HTC Qualcuno aveva parlato di vendita di HTC, facendo preoccupare tutti i fan di una compagnia che sta facendo il possibile per riemergere e riprendersi dai risultati economico-finanziari del primo trimestre 2013: come tutti sappiamo, l'azienda non sta attraversando uno dei suoi periodi migliori; però, da qui a parlare di liquidazione il passo non è affatto breve: HTC One ha venduto bene; HTC Desire 500 promette altrettanto bene e con molta probabilità l'azienda entrerà pure nel settore delle tecnologie indossabili; è evidente, insomma, che da parte dei taiwanesi non c'è l'intenzione, almeno per il momento, di vendere nulla.

I pettegolezzi erano stati lanciati in rete dall'analista di EE Times, Alice Sun, che aveva parlato di una vendita non solo possibile ma anche imminente dell'azienda; pronta, per fortuna, è stata la risposta del presidente di HTC Cina, Ray Yam, che ha sottolineato come quanto emerso nelle ultime ore sia solo il frutto di voci infondate:

"A proposito dei recenti rumor che HTC sta cercando di vendere la compagnia, vogliamo confermare che questi rumor sono falsi. HTC [...] continuerà a sviluppare nuovi design e prodotti per i consumatori di tutto il mondo. Apprezziamo il supporto [...] dei nostri clienti e abbiamo nuove iniziative per rafforzare la nostra presenza e far rivivere il marchio".

Il futuro di HTC


Subito dopo questo chiarimento (o poco prima: le dinamiche non sono ancora chiare), il post che parlava della vendita dell'azienda è stato fatto rimuovere e HTC ha iniziato a ridormire sonni tranquilli. Si fa per dire, ovviamente, visto che la compagnia ha tanti e tali di quei problemi che riuscirà senz'altro impossibile a tutti addormentarsi senza preoccupazioni. Incrociamo le dita!

Via | Engadget

  • shares
  • Mail