Amazon sorprende, il suo smartphone sarà gratuito (forse)

Amazon avrebbe intenzione di vendere gratuitamente un nuovo smartphone: sarà vero?

Smartphone Amazon Sappiamo tutti che Amazon non è un'azienda da niente, ma la notizia sul nuovo smartphone è tutt'altro che poco sorprendente. Stando a delle indiscrezioni che possiamo leggere su gran parte dei quotidiani online, e soprattutto della blogosfera americana, il telefono che la compagnia presenterà al mondo intero sarà gratuito: nessuna cifra sbalorditiva come quelle praticate da Samsung, Apple e tutto il resto dei competitor; solo e soltanto un abbonamento che, ovviamente, permetterà di coprire i costi di produzione intesi nella loro totalità (da quelli per l'hardware a quelli per marketing, personale e così via).

Leggiamo cosa scrive La Stampa:

"L’atteso smartphone di Amazon potrebbe esordire a breve. E sarà gratis. Secondo indiscrezioni riportate dalla stampa americana, la società sta valutando di offrire gratuitamente il proprio smartphone, ma non sono ancora chiari quali potrebbero essere i requisiti richiesti, come ad esempio l’obbligo di pagare per alcuni servizi quali Amazon Prime o il tipo di contratto. Finora le compagnie telefoniche hanno offerto smartphone a prezzi scontati a fronte di un contratto annuale o bi-annuale e la mossa di Amazon potrebbe rivoluzionare il settore, aumentando la pressione su Samsung e Apple".

L'autore dell'articolo traccia un quadro chiaro e decisamente verosimile: che lo smartphone Amazon fosse completamente gratuito era da scartare a priori come ipotesi; un abbonamento di mezzo deve pur esserci, visto che non parliamo di benefattori. Non si può certo dire, però, che l'idea non vada apprezzata: in fin dei conti, se il prezzo di tutto l'abbonamento dovesse rivelarsi basso o comunque abbordabile, dubitiamo che l'iniziativa non verrà apprezzata dal consumatore finale.

Smartphone Amazon, solo una bufala?


Non sappiamo ancora, per di più, né quali saranno le specifiche tecniche del telefono, né quali feature proporrà (è scontata, però, la presenza di applicazioni che stimoleranno all'acquisto sul suo store); per di più, pur essendo buona, l'idea necessita per forza dell'appoggio di un produttore: scartiamo Apple e Samsung a priori - perché forse è con queste che vuole competere -; ci sentiamo pure di escludere Nokia (ma non troppo): forse il passo è un po' troppo azzardato. Secondo voi, è una bufala clamorosa o una trovata pazzesca?

  • shares
  • Mail