Windows Phone 8, il vero problema sono le app: Microsoft confessa

Il vero problema di Windows Phone? Le applicazioni: a spiegarlo Joe Belfiore di Microsoft

foto windows phone 8 Finalmente Microsoft ha avuto il coraggio di confessare quello che tutti pensavamo da sempre, e cioè che il vero problema di Windows Phone 8 non è né la stabilità né la velocità di sistema (che, anzi, sono parametri particolarmente curati da parte di Redmond), bensì le applicazioni: sappiamo benissimo che, se il sistema operativo di Microsoft non è apprezzato da tutti, è proprio per via dell'assenza di app interessanti. A parlare non è stato certo il solito analista, ma il Vice Presidente della divisione Windows Phone Joe Belfiore, che, però, si dice convinto degli sforzi che Microsoft sta facendo per colmare il gap da iOS e Android.

In effetti, non gli si può dare torto: la compagnia ha abbandonato lo sviluppo di Windows Phone 7, proprio per dedicarsi completamente all'ottava versione del suo sistema operativo, che, grazie a tutto questo impegno, è arrivato al terzo update e a un livello di fluidità davvero buono (verrebbe da dire quasi migliore rispetto a quello garantito dal Robottino Verde).

Intervistato da AllThingsD, Belfiore ha spiegato che, se i primi due aggiornamenti sono stati dedicati alla fascia medio-bassa di mercato, il terzo ha coinvolto soprattutto quella alta, vale a dire il settore dei phablet: abbiamo approfondito la questione e, in effetti, non si può dire che la compagnia abbia lavorato poco. "Siamo piccoli, ma cresceremo velocemente", ha così concluso il membro Microsoft, sottolineando che i prossimi interventi saranno legati per forza di cose alle applicazioni: saranno queste ultime, infatti, ha ridurre il divario dalla concorrenza.

Quale sarà il futuro di Windows Phone, a vostro avviso?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: