Lenovo acquista BlackBerry? Ecco i piani della compagnia per il futuro

Lenovo avrebbe dei piani quasi infallibili per l'acquisizione di BlackBerry

FOTO LENOVO L'acquisizione di BlackBerry sembra ormai cosa scontata, e a guardare con interesse l'azienda cinese canadese sono un po' tutti: l'ultima, per esempio, è stata Google, con la quale, in realtà, già potrebbero essere in atto delle trattative. Nuovi rumor vengono direttamente dalla Cina, visto che sarebbe Lenovo a voler acquisire la concorrente: il gruppo asiatico è riuscito a conquistarsi una buona fetta di mercato non soltanto nel settore mobile (dove, pur non eguagliandoli nelle unità vendute, è comunque annoverato tra aziende del calibro di Apple, LG e Samsung), ma anche in quello dei Personal Computer. L'idea, insomma, è quella di guadagnare ancor più terreno.

I problemi, purtroppo, non mancano: l'acquisizione di BlackBerry, infatti, dovrebbe presupporre una grande libertà di movimento in Nord America, libertà che al momento non sembra poter essere concessa con tanta facilità ad aziende cinesi; questo perché a Washington i dubbi sulla sicurezza informatica sono sempre stati parecchi e la fusione con un'azienda come Lenovo potrebbe spingere il pubblico di BlackBerry a scegliere la concorrenza (non si tratta di una perdita da poco - conviene sottolinearlo -, perché tra questi rientra anche la NATO, che ha recentemente certificato l'utilizzo degli smartphone BB10 tra i suoi dipendenti).

Quale potrebbe essere il piano B, nel caso in cui niente dovesse andare per il verso giusto? Si dice che Lenovo abbia già pensato a come fare, acquistando, cioè, solo alcuni asset e lasciando a tutti gli altri i servizi di network, che sono considerati molto sensibili, in quanto strettamente legati a dati personalissimi dell'utente. Non è male come alternativa - meglio questo che niente -, ma forse solo un'acquisizione completa potrebbe davvero cambiare il futuro di Lenovo: quali sono i vostri pronostici?

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: