Lo smartphone più potente del mondo, CyanogenMod ci cova

CyanogenMod sulla via di Google: uno sviluppatore di software che si butta sull’hardware come Big G ha fatto con diversi costruttori di Nexus prima e ora anche con l’acquisita Motorola.

CyanogenMod Oppo


 



Certo il paragone non è proponibile ma, dopo aver cucinato ROM per una miriade di modelli e aver collaborato con Oppo per una versione speciale del nuovo N1, CyanogenMod rilancia.


Un nuovo, potentissimo, smartphone


Solo ieri il suo Installer per avere il software in pochi clic ma qualcos’altro bolle in pentola, a quanto pare. Uno smartphone potentissimo, con a bordo già CyanogenMod, voluto direttamente da Steve Kondik, padre di CM, e realizzato ancora una volta, si dice, con la partner Oppo.


Il processore Snapdragon (800?) 8974AC avrebbe una velocità di 2,5 Ghz, mai vista fino ad oggi e si candiderebbe a essere l’anti Nexus 5, verosimilmente con un prezzo vicino al terminali realizzato da LG per Google.


Prezzi in calo


Questo porterebbe inevitabilmente a rivedere le politiche di prezzo anche per l’N1, a meno che non si voglia approntare un telefono di fascia alta sì ma con feature che non vadano a intaccare quelle del top di gamma cinese, già presentate diversi mesi fa.


Un progetto ambizioso, non si può dire altrimenti, realizzato da due player emergenti della telefonia mobile: un costruttore cinese arrembante che vuole conquistare l’Europa e un cucinatore di ROM tra i più quotati che fa la felicità di milioni di utenti con smartphone ufficialmente abbandonati dai costruttori.


In bocca al lupo a loro: se il prezzo e le qualità saranno giuste sarà un altro colpo al mercato, proprio come lo è stato solo poche settimane fa il Nexus 5.


Via | Phandroid

  • shares
  • Mail