Reti 3G e LTE durante il decollo e l'atterraggio aereo, la Commissione Europea dice sì

La Commissione Europea dice sì alle reti 3G e LTE durante decollo e atterraggio degli aerei

foto decollo aereo Le reti 3G e LTE non erano mai state accettate durante le fasi di decollo e atterraggio aereo, principalmente - anzi: esclusivamente - a causa di problemi tecnici. Oggi, per fortuna, la situazione è cambiata, anche se tutto è molto ma molto relativo: sappiamo bene, infatti, che le reti ad alta velocità sono difficili, o forse impossibili, da usare, proprio perché i servizi dati sono forniti attraverso i satelliti, che hanno una velocità inferiore a quella delle comunicazioni terrestri; insomma, il semaforo verde è arrivato, ma non è un verde sgargiante: diciamolo pure.

L'ok poteva arrivare soltanto dalla Commissione europea, che ha prima confermato che smartphone, tablet ed eBook possono essere utilizzati tranquillamente durante il volo e poi ha autorizzato le compagnie aeree a implementare le suddette reti: finora - vale la pena ricordarlo, per capire il passo in avanti che è stato fatto - sugli aerei potevano essere usate soltanto connessioni con reti 2G per inviare e ricevere chiamate, oltre che SMS: una concessione che, per di più, non interessava tutte le compagnie.

Se state pensando o avete pensato che le disposizioni in materia siano obbligatorie, purtroppo vi sbagliate: la Commissione ha dato l'ok, ma potrebbe anche succedere che una compagnia non voglia adeguarsi o, meglio ancora, voglia farlo, dietro il pagamento di una somma di denaro; preparatevi, insomma, a servizi aggiuntivi nelle tariffe premium e chi più ne ha più ne metta: sappiamo bene che "l'occasione fa l'uomo ladro".

  • shares
  • Mail