CyanogenMod, manca poco al nuovo super-telefono con il misterioso partner

I tasselli del mosaico stanno pian piano prendendo forma per dare realizzazione a una composizione precisa.

cyanogenmod device

 

Tutto è iniziato con la collaborazione tra il cucinatore di ROM CyanogenMod e la cinese Oppo.

Semplicemente una versione speciale del nuovo Oppo N1 con a bordo una ROM della celebre creatura di Steve Kondik, realizzata in un numero ridotto di esemplari e disponibile sul mercato entro l’imminente Natale.

Chi sarà il partner hardware?


Qualche giorno dopo, poi, si è parlato di un dispositivo tutto nuovo che doveva essere realizzato dalla stessa Oppo e CyanogenMod, un’ipotesi bizzarra ma che sembrava poter prender corpo presto.

Arcano svelato qualche giorno dopo quando si è appreso che qualcosa in pentola bolliva davvero ma che il vice presidente di Oppo, Pete Lau, ha lasciato l’azienda per seguire la sua strada e unirla a quella di Kondik, nella realizzazione di un super-telefono che possa sconvolgere il mondo Android.

Snapdragon 805 a bordo?


Anche il processore accreditato era avvolto nel mistero: un inedito quad-core da 2,5 GHz. Ieri Qualcomm ha svelato il suo nuovo Snapdragon 805 che presenta questa caratteristica, tra le altre.

Infine oggi, utilizzando (anche) il social network Google+, CyanogenMod torna sui numerosi rumor affermando di non essere ancora pronta a togliere i veli dall’attesa novità, confermando, però, di avere un nuovo partner per la realizzazione dell’hardware. ZTE, Huawei o Meizu? Potrebbe essere uno di questi o sarà fuori dalla Cina?

Oppo va per la sua strada


Ci sarà da attendere ancora qualche settimana per aver conto della nuova avventura in cui si sta imbarcando il noto sviluppatore. Intanto Oppo ha qualcosa di interessante in serbo per il Black Friday: che riguardi proprio l’N1 realizzato con CyanogenMod?

Via | Google+ CyanogenMod

  • shares
  • Mail