iPhone vietati nel parlamento tedesco, così la Germania risponde agli USA (e fa bene)

iPhone eliminato da parlamento e governo tedesco dopo il Datagate

foto iphone Mai scelta fu più azzeccata, anche se a perderci sarà una società - Apple -, il cui iPhone non c'entra assolutamente nulla in questa storia: sapete tutti del Datagate e della risposta del governo tedesco alla possibilità che l'America abbia intercettato pure Angela Merkel; ebbene, onde evitare che tutto questo si ripeta, i tedeschi sono intervenuti con tempi tutt'altro che italiani, quindi velocissimamente, imponendo l'abbandono di iPhone durante le riunioni governative.

Qualche settimana fa è successa la stessa cosa con iPad, che, invece, era sempre stato usato tranquillamente prima dello scandalo, e la notizia diventa ancor più importante, se considerate che pure il Regno Unito si è comportanto allo stesso modo nei confronti dei tablet. Il timore di essere spiati dalle organizzazioni americane, insomma, è alle stelle e i grandi partiti della Germania non potevano non trovarsi d'accordo nel presentare proposte urgenti che obbligassero i politici a effettuare chiamate solo tramite telefoni criptati.

"Le nostre conversazioni - ha precisato Angela Merkel e tutta la struttura comunicativa devono essere più sicure".

Apple nasce in America e Obama è più volte intervenuto per difenderla, anche nelle cause contro Samsung: la scelta del Regno Unito e della Germania, perciò, è una chiara, giusta e doverosa risposta a un modo di fare tanto scandaloso quanto riprovevole e che sicuramente si aggiungerà a una serie di tante altre risposte. Ci dispiace per Apple, ma certo non morirà senza il governo tedesco e inglese.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: