Samsung Galaxy S5 con sensore oculare? Un brevetto conferma

Samsung Galaxy S5 avrà il sensore oculare: un brevetto lo conferma

foto samsung galaxy s5 Continuano a proliferare indiscrezioni su Samsung Galaxy S5, anche se questa tutto è fuorché una voce di corridoio: lo era tanto tempo fa, quando ancora si credeva che i coreani non avrebbero mai e poi mai scelto il sensore oculare per lo sblocco del dispositivo, non solo perché il processo è molto ma molto complesso ma anche perché risulta piuttosto inutile; diciamolo francamente: fortunatamente, i furti di smartphone non sono elevatissimi ed esistono già modalità efficienti per proteggerli da occhi indiscreti; non c'è proprio bisogno, insomma, di andare a scomodare gli occhi, soprattutto se questo dovesse comportare un aumento del prezzo...

Samsung, comunque, sembra avere le idee chiare, perché quelli che erano dei semplici rumor sono stati confermati dal deposito di un brevetto, che mostra il funzionamento di questa nuova tecnologia, nata, almeno a nostro avviso, anche per dimostrare ad Apple che c'è qualcosa di meglio del Touch ID, dunque pure per ragioni di marketing. Il punto è: il consumatore sarà davvero conquistato da questo controllo oculare oppure una tecnologia del genere potrebbe essere percepita come troppo invasiva? Chissà...

Qui, intanto, potete vedere tutto il brevetto e leggere con attenzione cosa intende fare Samsung: si tratta di un meccanismo molto complesso, che, a nostro avviso, non potrà mai essere implementato nel breve periodo; qualcuno ha già fatto il nome di Samsung Galaxy S5, ma noi abbiamo dei ser(issim)i dubbi in merito. E voi, invece, cosa ne pensate? A prescindere dall'interesse o dalla simpatia che avete per Samsung, è utile una tecnologia del genere?

  • shares
  • Mail