LG G Flex ricurvi saranno il 40% degli smartphone prodotti nel 2018

Sono davvero convincenti queste previsioni su LG Flex?

foto lg g flex Non ci convince molto questa ricerca effettuata dal dottor Whoo Ramchan, perché, se è vero che LG G Flex ha avuto molto più successo di Samsung Galaxy Gear, è altrettanto vera un'altra considerazione: fino al 2018 potrebbe succedere di tutto, per esempio che pure Apple inizi a produrre smartphone del genere e che la concorrenza nel settore aumenti a dismisura. Questo vuol dire che il 40% ipotizzato da Who Ramchan deve essere, almeno a nostro avviso, ripartito fra tutti coloro che produrranno smartphone del genere: l'attribuzione alla sola LG è davvero azzardata, anche se forse il ricercatore ha escluso dalle sue ipotesi gli eventuali lanci di altri prodotti simili e ha preso Flex come esempio per portare avanti la ricerca.

Detto questo, vediamo nel dettaglio quali sono le previsioni: Ramchan si è detto "stanco di schermi piatti", perché quelli curvi sono molto più comodi da usare; abbiamo già spiegato i loro pregi in passato, ma Ramchan si è voluto soffermare soprattutto su un vantaggio, che poi è quello più ovvio: gli smartphone costruiti in questo modo si adattano meglio al volto dell'utente, quando si effettuano le chiamate.

Le percentuali di cui ha parlato Ramchan sono molto chiare: il dottore prevede che gli smartphone LG Flex arriveranno a quota 12% della produzione mondiale, fino al 2015, per poi aumentare fino al 40% nel giro di tre anni, dunque fino al già citato 2018.

Forse lo smartphone ricurvo potrebbe essere davvero il prodotto del secolo, ma noi non ne saremmo così sicuri, visto il flop di un dispositivo come Samsung Galaxy Round: qual è, invece, la vostra impressione?

  • shares
  • Mail