Google Play Edition ucciderà i Nexus nel 2015?

Niente più Nexus nel 2015, proprio adesso che i terminali costruiti per Big G da colossi come LG, Samsung e altri produttori assumevano una connotazione di prezzo più che interessante.

NexusGoogle2015 A dirlo sono diverse voci che si si sono rincorse nella giornata di ieri, alimentato dal solito blogger russo Eldar Murtazin.

In realtà già nel corso del 2013 diversi modelli erano stati presentati, oltre che nella loro versione ufficiale, in quella Google Play, certi di essere aggiornati prima degli altri e direttamente da Google con le ultimissime release software del robottino.

Si tratta dei top smartphone del momento senza alcun re-brand ma con un software "puro", senza che il costruttore ci metta nulla di suo, in perfetto stile Google e senza fronzoli. Questa la strada che potrebbe seguire Big G il prossimo anno, senza commissionare nulla a nessuno ma restando con la sua Motorola a fare da apripista, per poi accordarsi con i vari costruttori affinché abbiano (subito) una release software.

Ci sarebbe così la possibilità di poter disporre di un catalogo più ampio da poter offrire direttamente sul Play Store Device, magari a prezzi più contenuti ma senza l’ansia di sviluppare modelli ad hoc, in concorrenza con i top di gamma cui verrebbe installata subito la stock Android del momento. Alla luce dell’accordo di cui si è detto oggi con Samsung il ragionamento fila liscio e Big G utilizzerà non solo il costruttore coreano per i “suoi” modelli.

No brand abbiamo detto poc’anzi ma non è escluso ci possa essere comunque un nuovo brand, o lo stesso Play Edition, che comunque segnerebbe la fine di Nexus, così come abbiamo imparato a conoscerlo qualche anno fa con il primo Nexus One realizzato da HTC.

Via | Twitter

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: