BlackBerry Z30, recensione e prova. È un top di gamma, nessun dubbio!

Ho avuto modo di provare a lungo il nuovo BlackBerry Z30, restando estremamente soddisfatto dalla performance e dalla comodità di un brand il cui futuro, purtroppo, è ancora tutto in salita.

a:2:{s:5:"pages";a:5:{i:1;s:0:"";i:2;s:13:"Come è fatto";i:3;s:13:"Come funziona";i:4;s:23:"Fotocamera e multimedia";i:5;s:11:"Conclusioni";}s:7:"content";a:5:{i:1;s:1384:"

Galleria BlackBerry Z30

Vivere con un nuovo BlackBerry è piuttosto facile. L’interfaccia è comoda, alcune delle funzioni sono dannatamente geniali - e soprattutto avevo già passato del tempo con un altro device con BB10, anche se non nascondo che i primi tre o quattro giorni della mia prova del “fratellino” BlackBerry Q5 erano dibattuti tra il disagio di non aver mai avuto una tastiera QWERTY e lo smarrimento di un sistema operativo sconosciuto.

Ora che ho potuto usare il BlackBerry Z30, uno smartphone che non fa sacrifici volti al risparmio e che rappresenta il top di gamma del brand, posso dire che scegliere tra BB, iOS. WP8 o una delle miriadi di alternative Android è solo questione di gusti.

Anzi: lo Z30 è molto vicino a essere uno smartphone in perfetta sintonia con il proprio OS, una caratteristica rara da trovare in Android e una prova che gli sviluppatori e i designer di BlackBerry si sono dati da fare e hanno talento e buonsenso. Ha i suoi difetti e ha le sue carenze, ed è migliorabile, ma come vedrete il mio parere è davvero positivo.

";i:2;s:3378:"

Come è fatto


Galleria BlackBerry Z30

Prendendo in mano il BlackBerry Z30 ci si rende subito conto di avere per le mani un'ammiraglia. Davanti abbiamo un touchscreen 5” con 294ppi OLED che quando è spento riflette la luce con accenti bluastri - toni cromatici che scompaiono a schermo acceso. La cornice non è sottilissima, anzi, ci sono due zone particolarmente ampie nella parte inferiore e superiore del display. Si tratta di una scelta voluta, perché sono funzionali all’interfaccia di BB10, che per “mandare via” una app richiede un movimento del dito dal basso verso l’alto sulla zona inferiore (dove sta scritto “BlackBerry”). La parte superiore, invece, serve a trascinare giù il menù delle impostazioni.

Il display è luminoso, netto e con un nero prodigiosamente scuro. Si legge piuttosto bene anche nella luce intensa del giorno, anche se come è capitato con il Nokia Lumia 1520 non ho avuto la fortuna di avere un giorno di sole per sperimentare la visibilità. La risoluzione 720p, tuttavia, è piuttosto bassa, una scelta che sembra abbastanza consapevole da parte di BlackBerry, più che un sacrificio.

Sotto al display c’è un “mento” fatto di alluminio, materiale presente solo sui sottilissimi fianchi del device. Il pannello posteriore, invece, è creato in fibra di carbonio ricoperto da una resina traslucida morbida. Il risultato è una presa molto sicura, piacevolissima, che aiutata dal perfetto design ergonomico e arrotondato rende il BlackBerry Z30 lo smartphone più comodo che abbia mai tenuto in mano.

Il pannello è rimovibile, e questo permette di raggiungere il vano della SIM e della microSD. Purtroppo la batteria è saldata nel suo alloggiamento, una scelta che fa disperare per la sanità mentale del brand. Pessima idea, BlackBerry: sembra fatto apposta per irritare l’utente. Se non altro c’è la possibilità di ricarica wireless con tecnologia Qi.

Ergonomico, elegante, ben fatto, ma per nulla originale: ecco come lo descriverei. Non si può pretendere molto in fatto di originalità da uno smartphone, tuttavia. Non è il tipo di apparecchio che è facile riconoscere a colpo d’occhio in mano all’utente o anche su un tavolo. Se lo mettiamo vicino a un Samsung Galaxy S4 solo un addetto ai lavori si renderebbe conto di vedere… Un cane e un gatto, non lo stesso animale!

Scheda Tecnica



    Dimensioni: 140.7mm x 72mm x 9.4mm
    Peso: 170g
    Display: 5” Super AMOLED 1,280 x 720 da 295pp con Gorilla Glass 2
    Batteria: 2800mAh non removibile
    Processore: Qualcomm Snapdragon S4 Pro (MSM8960T) 1.7 GHz dual core
    RAM: 2GB
    Spazio di archiviazione: 16GB espandibile con microSD a 64GB
    Sistema Operativo: BlackBerry 10.2
    Connettività: micro SIM, LTE, Wi-Fi WLAN IEEE 802.11 a/b/g/n, Bluetooth 4.0, Micro USB, NFC, HDMI micro, GPS/GLONAASS
    Fotocamere: 8MP flash LED , frontale 2MP
    Prezzo: €560

";i:3;s:3178:"

Come funziona


Galleria BlackBerry Z30

Ho usato il BlackBerry Z30 e BB 10.2 continuamente per due settimane, per fare di tutto - navigare, leggere Reddit tramite il client Reddit in Motion, andare su Facebook, comunicare tramite l’Hub e guardare video. In questo periodo di tempo il sistema operativo e lo smartphone si sono comportati egregiamente, rispondendo a tutti gli stimoli prontamente e senza rallentamenti.

Il processore non è tra i più veloci sul mercato, essendo un dual core e non uno della modernissima famiglia Snapdragon 800, ma il terminale non ha dato nessun segno di risentirne e la scelta ha sicuramente influito sull’ottima durata della batteria, che sopravvive un giorno e mezzo o più senza gravi problemi.

BlackBerry 10.2


Il sistema operativo diventa costantemente più raffinato e performante a ogni update. Le notifiche compaiono nella schermata di lock, e per quanto non sia possibile aprirle direttamente da lì c’è un piccolo riassunto del contenuto. Sempre in questa schermata c’è la possibilità di attivare la modalità notte e regolare la sveglia, una funzione estremamente comoda.

Il BlackBerry Hub può essere considerato la feature che fa amare o odiare questo device, perché raduna in sé tutte le notifiche del sistema operativo, del telefono, delle mail e dei social media ed è raggiungibile quasi dappertutto con la stessa gesture: si manda via l’app che sta venendo usata trascinandola dal basso e poi si va all’hub trascinando lo schermo verso destra. Il moto inverso ci riporta a quello che stavamo facendo in origine.

È stato aggiunto un Priority Hub che presenta le mail e i messaggi più importanti per primi, ma solo dopo che l’OS ha avuto un po’ di tempo per esaminare i vostri comportamenti.

Un’altra nuova funzione è la ricerca universale: si può cercare da qualsiasi punto dell’interfaccia un nome o un termine su Google, all’interno del telefono o delle app - basta selezionare dove vogliamo ottenere i risultati.

I difetti sono piccoli, ma fastidiosi:

  • Non mi è stato possibile trovare una funzione “Seleziona tutto come già letto” nell’Hub.
  • Non c’è nessun trattamento di preferenza per Gmail, quindi scordatevi la funzione di archiviare o cancellare le mail dall’Hub purtroppo
  • Se siamo in una schermata in cui c’è la funzione “torna indietro”, i gesti universali per far andar via una app oppure arrivare all’Hub non funzionano
  • L’assistente vocale è pestifero, si attiva per errore molto facilmente premendo i tasti del volume e il suo software non è neanche lontanamente raffinato come Siri o Google. Bisogna “bandirlo” manualmente, perché non accetta comandi vocali di spegnimento
  • Il boot è lento. Geologicamente lento: più di un minuto di caricamento
  • La scelta di app, purtroppo, è ancora piuttosto modesta

";i:4;s:880:"

Fotocamera e multimedia


Galleria BlackBerry Z30

Il display da 720p non è forse il massimo come risoluzione ma si comporta piuttosto bene per riprodurre contenuti video. L’audio è il migliore tra tutti i BlackBerry che ho provato, anche se essendo sul retro del telefono vengono bloccati dalle mani di un utente disattento.

La fotocamera 8MP funziona molto bene, ma solo in condizioni ideali. Purtroppo la funzione di focus si è rivelata lenta non appena la luce ha smesso di essere perfetta, e anche i colori non sono così realistici. Se dovete scattare foto a panorami o a persone davvero immobili, allora non c’è nulla da dire, si tratta di una macchina fotografica egregia. Forse con le prossime versioni del firmware i problemi verranno risolti.

";i:5;s:2298:"

Conclusioni


Galleria BlackBerry Z30

Questo smartphone non fa rimpiangere nulla: è fluido, razionale, adeguato in tutto fuorché nella fotografia. Il sistema di messaggistica e notifiche tramite Hub è geniale ma richiede un certo periodo di adattamento e di essere disposti a cambiare le proprie abitudini.

Funzioni come le gesture di BlackBerry 10.2 e la sveglia dalla schermata di lock sono piccole cose, certo, ma sono così comode che ne sentite subito la mancanza una volta tornati a Android o iOS.

Con un prezzo che raramente scende sotto ai 500 euro, però, il BlackBerry Z30 si ritrova a fronteggiare una concorrenza devastante di iPhone, Nokia Lumia e Samsung Galaxy S4 e altri ancora. Alcuni di questi telefoni surclassano (almeno sulla carta) l’ammiraglia BlackBerry per alcune funzioni, certe tecnologie, mere prestazioni o un ecosistema vitale di app. Non è possibile negare che BlackBerry debba lottare in salita per imporsi.

Di per sé questo smartphone può vantare comodità, leggerezza, ingombri molto ridotti per un 5”, ottima batteria. Gli unici problemi che può dare riguardano la stabilità ancora ballerina della piattaforma e alcune funzioni che devono certamente essere perfezionate.

Se siete dei fan di BlackBerry, insomma, questo è il miglior terminale mai prodotto dal brand. Se non lo siete, dovete valutare con molta attenzione se si tratta di un investimento valido.




Cosa ci piace
Cosa non ci piace


  • Interfaccia fluida

  • Display leggibile

  • Funzioni comode

  • Ottimo design




  • OS ancora perfettibile

  • Fotocamera mediocre

  • Prezzo elevato

  • Hardware relativamente modesto




";}}

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: