Google risponde alla causa di Oracle contro i brevetti usati in Android

oracle googleLa guerra dei brevetti continua senza sosta. Di solito, come in questo caso, la più colpita è la società con il maggior successo. Google, infatti, è stata tirata in ballo da una causa legale posta da Oracle. All'inizio dell'anno Oracle ha acquistato Sun Microsystems per 7,4 miliardi di dollari. Sun ha creato il linguaggio di programmazione Java.

Ed è proprio il Java al centro della questione. Secondo Oracle Google lo avrebbe usato nel suo Android senza le apposite licenze. Big G ha risposto ufficialmente di non aver mai infranto brevetti e, qualora fosse capitato, si traduce con l'invalidazione dei brevetti usati.

Google usa in Android un sottoinsieme di Apache Harmony Java. Tra il 2006 e il 2007 Sun ha coperto il Java Standard Edition da una licenza GPL. Apache, però, non ha una licenza JCK per l'uso di Java. Quindi, in teoria, Google usa una tecnologia che non ha i diritti su Java.

Google, in ogni modo, ha dichiarato che Oracle è ipocrita perchè lavora tanto per il software open source e poi all'occorrenza sventola diritti per i brevetti che ne fanno uso. La decisione aspetterà, come sempre, al giudice.

[via allthingsd]

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: