La guerra degli smartphone: una visuale d'insieme

smartphone grafico Fanboy Apple contro utenti Nokia contro sostenitori di HTC ed Android e via dicendo: una situazione che ci suona familiare su MobileBlog.

Spesso vi riportiamo e discutiamo con voi risultati di mercato riguardo alle vendite degli smartphone, proclamando ora l'uno ora l'altro come leader di settore. iPhone 4 è il leader? Oppure vincono i terminali con Android? Chi realmente comanda nella guerra degli smartphone?

Come più volte ribadito, non è semplice stabilirlo: i fattori da tenere in considerazione sono molti. Horace Dediu di Asymco aiuta a comprendere meglio la situazione con i grafici da lui creati.

A seconda degli aspetti considerati, la visuale d'insieme cambia: Samsung guadagna mercato più velocemente rispetto ai concorrenti, ma i profitti dell compagnia decrescono.

Apple continua a guadagnare fette di mercato ad un buon ritmo e i suoi profitti superano di una spanna quelli dei concorrenti: non avevamo dubbi che iPhone fosse popolare e garantisse grandi profitti.

Partiamo però dal principio: Dediu ha tracciato le compagnie sugli assi dello share di mercato e dei profitti, utilizzando due differenti punti di partenza, ovvero il secondo trimestre del 2007 e il secondo trimestre del 2010 posti in comparazione.

I due grafici sono poi stati divisi in quattro quadranti (star di mercato, dominante, marginale e al tramonto):

quadrante2

Come potete vedere nel 2007 Nokia dominava, con Apple e Motorola in posizione davvero svantaggiata, mentre le altre compagnie erano piuttosto marginali.

quadrante1

Nokia cambia completamente quadrante nel 2010, così come Apple guadagna una posizione dominante. Nel dettaglio, cosa significano questi quadranti?

  • Dominant: market share abbondante e grossi profitti

  • Star: basso market share con grandi profitti

  • Fading: alto market share con bassi profitti

  • Marginal: basso share di mercato e bassi profitti
  • I protagonisti nel quadrante Marginal si sono mossi, con Samsung che si è spostata lateralmente verso Nokia mentre RIM ha seguito la traiettoria Apple aumentando i profitti nonostante un basso share di mercato. Rendendo questo tipo di spostamenti con un'immagine vettoriale, questo è ciò che Dediu ha ottenuto:

    vettori

    Quello che trovate in apertura è il grafico complessivo. Certo l'analisi non prende in considerazione tutti i partecipanti, ma i "pesci grossi" ci sono tutti. A voi le conclusioni.

    [Via Asymco]

    • shares
    • Mail
    7 commenti Aggiorna
    Ordina: