Android Gingerbread e Windows Phone 7: parla Andy Rubin di Google

Android

Andy Rubin, uno dei cervelli dietro la creazione di Windows Phone 7, ha rilasciato recentemente interessanti dichiarazioni a PCMag sul sistema operativo mobile di Google Android, parlando anche delle migliori funzionalità dell'OS e preannunciando qualcosina a riguardo di Gingerbread.

Qual è la caratteristica di Android che Rubin preferisce? La strategia di mercato, ritenuta vincente. Parliamo di una piattaforma che consente di ispezionare, selezionare e vedere come funziona il codice sin dal primo sguardo, una piattaforma che sfrutta tutti gli input validi forniti dalla community per quanto riguarda l'architettura e il funzionamento. Non si può che concordare con Rubin: la strategia di Android ha premiato la diffusione del sistema operativo, a cui si rivolgono anche utenti meno esperti. Il notification manager di Android è uno dei tanti orgogli di Rubin: perfettamente implementato, non obbliga a leggere testi o notifiche quando siamo impegnati in altre attività sul telefono ed è meno intrusivo che su altri OS.

Parlando della prossima versione di Android, Rubin non si è voluto sbottonare più di tanto, rivelando dettagli che suonano del tutto simili a quanto già detto per Android 2.1: più social, è sempre più semplice gestire e sincronizzare i contatti con i social network e avrà nuove forme di comunicazioni social intergrate. Niente di spaventosamente eccitante, quindi. Secondo l'intervistato, attualmente siamo in una fase di re-invenzione del casual gaming, quindi magari qualche apertura maggiore nei confronti di Google Games ci sarà.

Rubin parla del gaming su cellulare in comparazione con il gioco su console come due cose non molto differenti, solo che il gioco mobile serve più come passatempo che come impegno focalizzato sul gioco stesso. Per le future versioni di Android, Google starà attento alle nuove funzionalità sulla piattaforma per supportare varie forme di gaming.

Cosa ne pensa Rubin di Windows Phone 7, nuovo OS mobile che verrà presentato quest'oggi negli Stati Uniti? Rubin ritiene che beneficerà i consumatori offrendo maggiori opzioni di scelta. Non si sbilancia molto, in realtà, ma potremo tirare le somme sull'impatto del nuovo OS Microsoft su Android tra qualche mese, a partire dal lancio effettivo degli smartphone.

[Via PCMag]

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: