Motorola FlipOut: la nostra prova dello smartphone quadrato con QWERTY

Motorola FlipOut

Siamo riusciti a mettere mano sul Motorola FlipOut, smartphone della casa con le ali che continua la tradizione di design e soluzioni innovative grazie a uno slide particolare.

Lo schermo, quadrato, ruota per rivelare la tastiera QWERTY così che da chiuso è un piccolo touchphone e da aperto diventa un QWERTYphone.

Partiamo subito da questo punto: tastiera slide e cerniera. Dopo averlo provato per qualche tempo possiamo affermare che la cerniera è solida e ben realizzata, in grado di resistere alle sollecitazioni e mantenere il meccanismo intatto nel tempo.

Come per gli ultimi Motorola a partire dal Milestone, il sistema operativo è Android (versione 2.1) con l'aggiunta dell'interfaccia e dei servizi di Motoblur.

Motoblur che ci è risultato davvero comodo poiché visto che avevamo già provato il BackFlip e configurato li contatti e dati personali, ci è bastato loggarci dal cellulare e in pochi secondi e senza il computer la rubrica si è popolata.

Motorola FlipOut
Motorola FlipOut
Motorola FlipOut
Motorola FlipOut

Un ottimo software aggiuntivo che va a collegarsi al già ottimo Android, peccato che su Flipout non abbiamo una fluidità ottimale e il processore ci sembra sottodimensionato. Intendiamoci: il sistema e le applicazioni non rischiano di bloccarsi ma spesso ci troviamo con qualche scattino dell'interfaccia e in generale manca quella sensazione di fluido e continuo nello scrolling.

Forse l'unica pecca del FlipOut è proprio questa perché, per il resto, ci sembra un buon modello. La fotocamera è da soli 3 megapixel ma garantisce risultati soddisfacenti e se si considera il prezzo, possiamo non lamentarci.

Il FlipOut, infatti, costa 299€, cifra non eccessiva nonostante la dotazione completa e il design particolare. Nel quadratino di Motorola (che poi non è così piccolo come si potrebbe pensare) troviamo infatti un modulo GPS reattivo e abbastanza rapido nel fix, Wi-Fi, Bluetooth, un doppio microfono per migliorare l'audio in uscita (che risulta davvero buono) e la QWERTY.

QWERTY che è abbastanza grande nonostante la disposizione non a rettangolo ma che potrebbe richiedere un po' di pratica per abituarci ai tasti, più lunghi in verticale di quelli delle normali tastiere per cellulare.

Una volta abituatici, l'unico problema che rimane è quello del cursore direzionale posto a sinistra: ma in questo caso non si poteva fare niente, la forma del telefono lo imponeva.

Per il resto niente di problematico da segnalare e in generale ci siamo trovati abbastanza bene. Concludendo il FlipOut ci è sembrato un ottimo smartphone che riesce a compattare in dimensioni ridotte (anche se lo spessore c'è) una QWERTY nascosta.

Forse potenziare il processore e utilizzare uno schermo tattile leggermente più preciso sarebbe stato meglio ma non avrebbe permesso di contenerne i costi in meno di 300€.

Motorola FlipOut
Motorola FlipOut
Motorola FlipOut
Motorola FlipOut

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: