Samsung, sostituito il capo del design dopo le critiche al Galaxy S5

Samsung sostituisce il capo del design della divisione mobile dopo le critiche arrivate agli ultimi dispositivi Galaxy S. Al suo posto il vice.

Cambio al vertice della divisione mobile di Samsung. Il maggior produttore mondiale di smartphone ha sostituito il capo del design del settore mobile, Chang Dong-hoon, dopo le critiche che sono arrivate agli ultimi dispositivi della linea Galaxy S, ed in particolare al Galaxy S5. Al suo posto arriverà Lee Min-hyouk, attuale vicepresidente del mobile design. La compagnia coreana ha declinato ogni commento sull'accaduto.

Il nuovo responsabile della produzione ha 42 anni e nel 2010 divenne il più giovane dirigente senior di Samsung grazie al suo ruolo nella progettazione della serie Galaxy, uno strepitoso successo che - dopo aver scalzato iPhone dal ruolo di leader del settore - attualmente consente a Samsung di vendere circa il doppio dei dispositivi rispetto ad Apple. Una battaglia, quella con Apple, che come è noto è passata anche per le aule dei tribunali.

Le critiche al nuovo Samsung Galaxy S5


samsung-galaxy-s5-1024px

Il nuovo Samsung Galaxy S5, modello di punta lanciato nel mese scorso, ha ricevuto un'accoglienza tiepida rispetto ai predecessori. In parte perché ci si aspettava una maggiore innovazione da parte di Samsung nell'hardware ma anche a causa del design, che fa uso di materiali plastici al contrario di rivali come HTC One M8. Le polemiche per la cover posteriore perforata poi, che il Wall Street Journal ha definito "simile a un cerotto", hanno fatto il resto.

Chang Dong-hoon lascia quindi il suo ruolo. L'ex professore formatosi alla School of The Art Institute di Chicago resterà però alla guida del centro design che cura la strategia globale della produzione Samsung. Vedremo se Lee Min-hyouk, soprannominato "Re Mida" per il successo della linea Galaxy, saprà rinverdire i fasti dei modelli precedenti.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Reuters

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: