Elop a caccia di utenti: "Nokia X grande opportunità per Skype, Outlook e Onedrive"

Stephen Elop spiega la strategia dei terminali Nokia X: questi smartphone Android a basso costo saranno il metodo usato per riaccendere l'interesse degli utenti sui servizi online di Microsoft

GUARDA: le immagini del Nokia X e Nokia XL

Nokia ha lanciato i suoi terminali Nokia X in occasione del MWC 2014, e si tratta di apparecchi Android in cui gran parte dei servizi di Google sono stati eliminati, per essere sostituiti dagli equivalenti Microsoft. Il vice presidente con il portafoglio Devices & Services Stephen Elop (ex CEO Nokia), ha spiegato durante un AMA in stile Reddit sul blog Nokia Conversations qual è la strategia di Redmond per questi terminali economici, ma efficienti.

Nokia XL, caratteristiche e scheda tecnica dell'ibrido Nokia/Android

I Nokia X approfittano dell’ambiente open source di Android per creare una piattaforma propria, e non ci è voluto molto agli ingegneri software del brand finlandese per sostituire tutto ciò che era collegato a Google con alternative Microsoft. Dopo tutto le due corporation sono rivali e concorrenti e offrono all’incirca lo stesso tipo di servizi.

Secondo Elop i Nokia X sono perfetti per dimostrare conquistare nuovi utenti nei mercati in cui questi terminali sono in commercio.


    “Microsoft ha acquisito il business mobile [di Nokia], compresi i Nokia X, allo scopo di aiutare il prossimo miliardo di persone a raggiungere i servizi Microsoft. Nokia X usa il cloud MSFT [di Microsoft] e non quello di Google. Questa è una opportunità enorme per connettere nuovi utenti a Skype, Outlook.com e OneDrive per la prima volta. Abbiamo già visto decine di migliaia di nuove sottoscrizioni ai servizi MSFT […]. Oggi usiamo l’Android Open Source Project per muovere un attacco contro un’opportunità di mercato, ma lo stiamo facendo in modo da arrecare beneficio a Microsoft e Lumia”.

Elop ci tiene quindi a precisare che Android viene usato da Nokia per portare beneficio a Microsoft, ma non a Google. Di fatto chiunque usasse un Nokia X farebbe una certa fatica a rendersi conto di usare un terminale Android, visto che tutta l’esperienza sembra essere fatta apposta per ricordare una versione bare-bones dei Nokia Lumia. Fare un upgrade e passare a un terminale Windows Phone è molto facile per chiunque abbia passato del tempo su un Nokia X, mentre non sarebbe altrettanto facile sostituirlo con un altro terminale Android, visto che tutti i nostri dati sono conservati sui servizi online di Microsoft. Inutile dire che nei mercati emergenti questo può fare la differenza per la coppia Nokia/Microsoft.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail