Applicazioni: interessanti solo quando si compra un nuovo telefono

App Store grafico

Aumentano gli smartphone, con capacità sempre più accomunabili a quelle di piccoli computer portatili, cresce l'utenza, ma non sembrano progredire di molto gli utilizzi. Una ricerca condotta dalla Loudhouse su 1.000 utenti mobile in UK ha rivelato, o meglio dire confermato, quanto già ci si poteva aspettare sulle abitudini di utilizzo dei telefoni cellulari e sulle funzionalità più utilizzate: l'83% manda messaggi, il 47% scatta foto, il 29% usa Internet, il 28% ascolta musica e solo il 22% invia email.

In un panorama in cui le applicazioni e gli store dedicati sembrano essere imprescindibili dal successo di uno smartphone, il 45% delle persone intervistate ha la possibilità di scaricare app, ma solo il 39% lo fa regolarmente. Il 50% di persone che non si cura delle applicazioni è una cifra davvero importante e significativa, che ridimensiona di molto le aspettative di mercato. A quanto pare, gli utenti scaricano applicazioni quando acquistano un nuovo telefono, ma poi non sembrano più interessati a proseguire oltre.

La maggior parte degli utenti smartphone ha installato 14 applicazioni, il 38% usa solo app gratuite, il 20% non ne ha scaricata nemmeno una e il 43% non pensa installerà mai qualcosa di nuovo sul proprio terminale.

Una domanda sorge quindi spontanea: perchè acquistare nuovi roboanti terminali in grado di sfruttare un'ampia gamma di applicazioni? Il 46% degli interpellati ha risposto di acquistare nuovi cellulari per non avere hardware vecchio e per apparire al passo con i tempi. Il 25% è invece interessato ai servizi "location based" e alle mappe, mentre il 21% lo fa per avere i social network a portata di mano.

Mentre l'App Store di Apple continua a crescere a dismisura, accompagnato dallo store Android, la maggior parte degli utenti si accontenta delle mappe, di una fotocamera, un client per le mail e probabilmente non avrebbero bisogno di niente altro. Incredibile, ma vero: le piccole contraddizioni del mercato.

[Via RealWire | Foto Flickr]

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: