Xiaomi risponde alle polemiche sulla sicurezza su Google Plus

Xiaomi al centro delle polemiche: Hugo Barra risponde a tono e cerca di placare gli animi

xiaomi

La risposta di Xiaomi alla polemica sorta sulla sicurezza dei suoi dispositivi ha trovato subito risposta nelle parole di Hugo Barra, che su Google Plus ha spiegato come stanno realmente i fatti e che le accuse mosse in precedenza sono assolutamente infondate. Ma procediamo con ordine.

La vicenda è stata ricostruita attentamente da Ibtimes: in estrema sintesi, la società di sicurezza finlandese F-Secure ha accusato l'azienda di rubare segretamente i dati dell'utenza con alcuni smartphone; tali dati finivano caricati all'interno dei server aziendali situati a Pechino, per una situazione piuttosto imbarazzante che - come potete ben capire - ha danneggiato seriamente la reputazione dell'azienda.

Approfondisci: Xiaomi infrange un record mondiale nel 2014

Recentemente è stato proprio Hugo Barra a intervenire su Google Plus, scrivendo tutto ciò che qualsiasi altra azienda avrebbe scritto al suo posto - sì, l'inizio del messaggio sembrava davvero un copia-incolla - e aggiungendo al tutto, però, una sessione di domande e risposte che sicuramente sarà piaciuta agli utenti:

"Xiaomi è una società che fornisce prodotti di grande qualità e facilmente utilizzabili ai fini dei servizi Internet. Crediamo che sia nostra priorità proteggere dati degli utenti e privacy. Non carichiamo né informazioni private né altri tipi di dati senza il permesso degli utenti".

Approfondisci: cinque accessori a energia solare per il tuo smartphone

Tutto era partito dallo smartphone RedMi 1S, uno di quelli più acquistati della compagnia: secondo l'azienda F-Secure questo telefono riesce a caricare sui server informazioni come numero di telefono, rete utilizzata, numero identificativo dello smartphone, SMS e rubrica. L'azienda ha risposto a tutte le accuse nel dettaglio, ma dubitiamo che avrà convinto proprio tutti.

Via | Google Plus | Ibtimes

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: