5 motivi che ci faranno amare Android L

Android L è ormai pronto a fare la propria comparsa sui piccoli schermi dei nostri prossimi smartphone. Il sistema operativo è piuttosto innovativo per essere un membro della famiglia Android.

Android L, 5 ragioni per aspettarlo

Tra le tante versioni di Android, il futuro Android L è forse quella che sta generando più interesse e hype, e ritengo che sia a ragione. In passato quando usciva un nuovo Android tutto quello per cui gli utenti si trovavano a desiderare era un numero minore di bug e una maggiore velocità di esecuzione - ma con L c’è molta più carne al fuoco.

Purtroppo saranno per lo più smartphone nuovi, in uscita adesso, a poter godere appieno della nuova generazione del sistema operativo, ma per i fortunati non sarà solo un telefono nuovo, ma un nuovo stile di convivenza con il proprio device mobile.

Vediamo assieme le feature che più ci fanno appassionare all’idea di avere Android L sul nostro prossimo telefono:

1. Material Design


Android L, 5 ragioni per aspettarlo

La nuova interfaccia di Android si comporterà come se avesse delle proprietà fisiche, con ombre e deformazioni naturali. Tutto sarà animato e intuitivo e non ci saranno passaggi improvvisi da una pagina all’altra o “attivazioni invisibili” di pulsanti. Le operazioni più semplici saranno standardizzate e rese facili da portare a termine anche per chi prende in mano lo smartphone la prima volta.

I colori saranno gestiti al meglio, in modo da ottenere interfacce piacevoli da navigare anche sulle app e non solo nella GUI dell’OS.

LEGGI ANCHE: Le feature di Android L presentate al Google I/O

2. La velocità


Android L, 5 ragioni per aspettarlo

Anche se non è più il maggiore e il più importante degli upgrade, va detto che anche Android L è stato ben studiato per essere più efficiente e rapido delle precedenti generazioni dell’OS. Oltre alla velocità maggiore, peraltro, potremo godere anche di maggiore tempo di lavoro grazie a una migliore gestione della batteria e una nuova modalità di risparmio energetico.

3. Le notifiche


Android L, 5 ragioni per aspettarlo

La rivoluzione toccherà il centro notifiche, rendendolo molto più ricco di informazioni ma sempre facile da comprendere.

Android L le gestirà in base alla priorità, e sfrutterà a pieno la struttura di Google Now, che come sapete visualizza tutto tramite “cartoline”. Servizi come Spotify che hanno un centro di controllo interno alle notifiche le manterranno, ovviamente.

Ah, e poi la schermata di lock conterrà molte più notifiche di prima!

4. Modalità silenziose personalizzabili


Android L, 5 ragioni per aspettarlo

Potremo d’ora in poi decidere chi sentiremo anche durante la notte, ma anche stabilire pause più brevi al continuo tormento delle notifiche, come ad esempio durante lezioni e riunioni.

Se ci chiama l’antipatica Zia Beatrice, ad esempio, non sentiremo la suoneria perché abbiamo scelto di rendere silenzioso quell'utente, ma potremo anche stabilire degli orari fissi durante i quali non vogliamo essere svegliati.

5. Separare utenti e casa/lavoro


Android L, 5 ragioni per aspettarlo

Android L reintrodurrà gli utenti multipli del suo progenitore Linux e consentirà di creare più profili personali, in modo da mettere al sicuro i dati del lavoro quando ad esempio siamo in vacanza con lo smartphone che usiamo in ufficio.

Inoltre sarà molto più facile e rilassante mettere in mano il nostro telefono a un bambino oppure a un amico.

APPROFONDIMENTO: Gli utenti multipli arriveranno su Android L

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: