Andy Rubin di Google mostra in anteprima un tablet con Android 3.0 e Google Maps 5. Arrivano le mappe offline!

Grosse novità, quelle mostrate da Andy Rubin, capo della divisione mobile di Google, per quel che concerne Android e Google Maps. Non si è infatti ancora spenta la eco della presentazione di Gingerbread, che il dirigente della Grande G ha ben pensato di mostrare in pubblico un prototipo di tablet di Motorola funzionante con una versione alpha di Honeycomb, la terza iterazione di Android, il cui lancio è previsto per l'inizio del 2011, e che, nelle parole di Brin, sarà disponibile sia per tablet che per smartphone, permettendo agli sviluppatori di sviluppatori applicazioni web e mobili capaci di sfruttare al meglio le differenti caratteristiche disponibili su ciascuna delle due diverse tipologie di prodotto.

Il tablet di Motorola, di cui non è stato detto niente di preciso, monta un chip grafico 3D di Nvidia ed è proprio per dimostrare la potenza di tale soluzione che è stata mostrata al pubblico la prossima versione di Google Maps Mobile, la 5, che, nelle sua release per cellulari, dovrebbe essere disponibile a giorni. Molte le caratteristiche del programma, anche se la più spettacolare, in effetti, è proprio quella che consente di spostare l'angolo di visuale delle mappe, zoomando e cambiando prospettiva come se niente fosse.

La più spettacolare, abbiamo detto, ma di certo non la più utile. Questo titolo spetta, infatti, ad un altra feature presente in Google Maps 5, desiderata e richiesta da ormai moltissimo tempo da tutti gli utenti del programma. Sì, stiamo proprio parlando della possibilità di scaricare le mappe ed utilizzarle anche quando non si è connessi ad internet!A rendere possibile l'attuazione di questa feature, il passaggio ad un nuovo tipo di mappe, completamente vettoriali, molto più leggere da scaricare, utilizzare e, ovviamente, conservare nella memoria cache del cellulare. Non è ancora ben chiaro se le nuove mappe vettoriali saranno disponibili in tutto il mondo o, inizialmente, solo per le 100 città per cui è inizialmente prevista la visualizzazione 3D. Le mappe offline funzioneranno anche durante la navigazione, eccetto che per il ricalcolo del percorso, per il quale sarà sempre necessario essere connessi alla rete.

Engadget, che ha pubblicato anche le immagini presenti in galleria , ha ricevuto da Google un elenco contenente i nomi dei telefoni in grado di supportare tutte le feature di Google Maps 5. Sicuramente ce ne saranno anche altri, ad ogni modo nella lista figurano:


  • Galaxy S

  • Droid

  • Droid X

  • Droid

  • Droid Incredible

  • Evo

  • Nexus S

  • G2


Anteprima di Google Maps 5 per AndroidAnteprima di Google Maps 5 per AndroidAnteprima di Google Maps 5 per Android

[Via D | All Things Digital]

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: