Android One lanciato in India, smartphone a €81

Android One lanciato in India: i terminali costano poco più di 80€, ma le caratteristiche superiore ai nostri low end e il sistema operativo è Android 4.4.4 KitKat.

Android One, ecco i primi terminali

Durante il Google I/O per noi abitanti del continente europeo e per gli americani la notizia del lancio di Android One nei paesi in via di sviluppo come l’India è stata solo una nota a piè pagina. Per Google, invece, risulta essere una mossa che definirà un nuovo mercato, e che potrebbe tagliare fuori per sempre Microsoft da miliardi di utenti presenti e soprattutto futuri. Nokia non c’è più e Redmond ha deciso di mantenere vivi i suoi feature phone per i paesi emergenti, ma il lancio dei primi terminali Android One questa settimana sembra stringere il nodo scorsoio attorno agli ultimi eredi dell’impero finlandese.

Google ha presentato a New Delhi una serie di terminali che arriveranno sul mercato in collaborazione con Micromax, Karbonn e Spice, alcuni gestori di telefonia mobile locale. I prezzi di partenza sono accessibili anche per il livello di vita indiano, e si aggirano attorno alle 6.339 rupie, che significano 81 euro.

L’India è la piattaforma di partenza perfetta per il programma Android One. 920 milioni di indiani possiedono un telefono portatile, ma solo il 29% è rappresentato dagli smartphone. Se facciamo un po’ i conti, l’ecosistema Android si trova di fronte alla sua più grande possibilità di crescita in assoluto. Se a questo aggiungiamo la vicinissima espansione di Android One in Indonesia, Malesia, le Filippine e il resto del sud est asiatico, parliamo di centinaia di centinaia di milioni di nuovi utenti.

Come sono fatti i device Android One


Android One, ecco i primi terminali

Si tratta di terminali semplici ed efficaci che ciascuno di noi potrebbe usare senza sentirsi un pesce fuor d’acqua. Hanno nomi come Spice Dream Uno, Micromax Canvas A1 e Karbonn Sparkle V, con il brand dei gestori di telefonia mobile ben in vista - non diversi insomma dai terminali low end che i nostri operatori mettono in vendita con un opportuno re-brand o accordo all’estero. La nostra galleria ve li fa vedere più da vicino.

I prodotti sono costruiti separatamente, ma hanno caratteristiche che aderiscono al contratto stretto con Google: display 4.5” con una risoluzione 845 x 480, supporto dual SIM, SoC Mediatek, 1GB di RAM, 4GB di archiviazione e slot microSD di espansione a 32GB. Francamente detto, meglio di certi terminali venduti oggi a prezzi maggiori in Italia.

Il sistema operativo è Android 4.4.4 KitKat, e anche qui ci sentiamo un po’ surclassati. Se escludiamo il display, in effetti, si tratta di macchine incredibilmente convenienti offerte a un prezzo bassissimo, e complete di pacchetti dati e offerte speciali. Saranno certamente fluidi e piacevoli da usare.

Il futuro sembra essere roseo per l’ecosistema Android One, anche perché Google ha stretto accordi con Qualcomm e i prossimi terminali monteranno i suoi SoC, ormai quasi uno standard del mercato.

Via | The Economic Times | NDTV

  • shares
  • Mail