L'app della settimana: Ping, suggerimenti, idee e ispirazioni casuali e misteriose dai creatori di Secret

Ping è una app piuttosto criptica, anche la sua descrizione sul Google Play Store è un laconico "Scoprilo da te". Si tratta di una sorta di motore di suggerimenti e idee che teoricamente dovrebbero interessare l'utente. Da dove colga l'ispirazione è però un mistero.

ping

Ping è un’app misteriosa e minimalista, e i suoi sviluppatori, gli stessi che hanno creato l’app/social media per le indiscrezioni pubbliche Secret, stanno correndo un grosso rischio a presentarla così come hanno fatto.

In effetti aprendo la sua pagina del Google Play Store, ci si trova semplicemente di fronte a un video di pallino che pulsa e a un paio di immagini scarne e vuote. Ma se si carica l’app sul proprio smartphone, non si trova molto di diverso. La descrizione nello shop di Android è “Guarda e scopri da solo”. Quella su iOS “Ti piacerò”. Lanciata, l’app ti fa vedere la sua sferetta pulsante e ti chiede un po’ di cose sui tuoi gusti.

  • Le categorie sono strane, strane forte.
  • Pensieri casuali
  • Film che vale la pena vedere
  • Biscotti della fortuna cinesi
  • Trend su Twitter

E così via. Una volta scelto, l’app non fa più nulla d’altro, apparentemente. Potete toccarla quanto volete, ma non avete più niente da controllare.

Sarà Ping a contattarvi
, ma non troppo spesso, con notifiche push che riguardano le vostre preferenze. Si tratta di battute, pensieri buffi, consigli su film e avvisi sul tempo atmosferico. Un fritto misto di quello che potremmo ottenere frullando assieme Siri e Reddit, insomma, ma ben impacchettato, che fa desiderare di aprire ogni singolo link spedito dall’app.

L’esperimento, dice il team di sviluppatori, riguarda anche l’intelligenza artificiale e il software pertanto si adatta ai nostri gusti, si evolve e segue i trend che preferiamo.

Insomma, l’idea è interessante, ma ci vorrà molta fortuna per farla resistere più di qualche settimana o un mese.

  • shares
  • Mail