Android 5.0 Lollipop è stato ufficialmente annunciato da Google

Android Lollipop è fuori, e si tratta della prima generazione a consentire davvero a Google di espandersi oltre il mondo dei device mobile.

Dopo averlo annunciato come Android L al suo Google I/O, finalmente Google ha presentato ufficialmente la sua nuova generazione di sistema operativo mobile. Come avevamo ampiamente preventivato, si chiama proprio Android Lollipop - si era parlato di “Licorice”, ma detto sinceramente, quante sono le persone che odiano la liquirizia e quante quelle che odiano i dolci leccalecca?

Scherzi del marketing a parte, ci troviamo di fronte a un sistema operativo meravigliosamente raffinato, rispetto alla sua incarnazione precedente. Google ha osservato con attenzione certosina gli esperimenti dei vari brand che producono i terminali e ha effettivamente copiato alcune delle feature migliori implementate da essi.

Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung
Android L Alpha per Samsung

Tra queste funzioni-novità andiamo a trovare un sistema di risparmio energetico che debutta sul Nexus 6 e che va a dare nuova vita al cellulare anche quando la batteria è esaurita. Poi ora c’è anche la modalità split-screen per godersi due app contemporanee su tablet e phablet, dove le dimensioni dello schermo lo permettono. A questo si aggiungono la limitazione delle notifiche nelle ore di riposo e nelle riunioni, account utente multipli, e modalità di blocco remoto per rendere dura la vita ai ladri.

Per il momento le aziende, specie le coreane notoriamente svogliate negli update, sono silenziose sui device che subiranno l’upgrade. Google ha annunciato che oltre ai due nuovi device usciti oggi Lollipop verrà portato anche sui Nexus 4, Nexus 5, Nexus 7 e Neuxs 10.

Material Design


Ovviamente non si tratta di queste piccole, intelligenti innovazioni a fare la differenza - il protagonista è Material Design, la nuova filosofia costruttiva della GUI.

Ci saranno animazioni più fluide per ogni elemento, colori più decisi e decifrabili, un nuovo menù per il multitasking e in generale un’attenzione alla fisica, con una simulazione del comportamento di vari materiali sotto a fonti di luce che fa assomigliare l’interfaccia a una sorta di collage, ma senza abbandonarsi a “skeumorfismi” superflui.

Viene superata definitivamente anche la barriera tra smartphone e tablet
. Lollipop è in grado di adattarsi senza problemi a ogni device e ogni schermo, e cosa ancora più meravigliosa, si può sincronizzare attraverso più device. Si vede lontano un miglio che Google pensa ad estendere la piattaforma oltre i device mobile, e quella di Lollipop è la prima generazione che lo consenta davvero.

Via | Google

  • shares
  • Mail