Numeri per il 2011: Samsung, LG con Optimus 2x e Black e Motorola Xoom

Il 2011 nel mondo della telefonia è iniziato sicuramente con il botto e, sulla scia degli ultimi fuochi d'artificio, si mostrano i primi numeri e le prime previsioni di vendita.

Partiamo da LG, che punta sulla linea Optimus con Optimus 2x e Optimus Black e lo fa con carte molto valide: si tratta infatti rispettivamente del primo smartphone dual-core e del più sottile smartphone al mondo.

Con questi modelli (Insieme all'LG Revolution che non vedremo), LG spera di raggiungere la quota di 30 milioni di smartphone venduti nel corso del 2011. Nel 2010 sono stati circa 7 milioni gli smartphone venduti, di cui 2 milioni erano di fascia media (Optimus One).

La strategia per il 2011, invece, è quella di puntare ai top di gamma come punta di diamante e arricchire pian piano il portfolio con altri modelli man mano che i risultati crescono.

Andando a considerare le stime dell'IDC riguardo alle vendite degli smartphone per il 2011 (380 milioni di unità tra tutti i produttori), c'è sicuramente margine per LG di ricavarsi la sua nicchia da 30 milioni, che ne dite?

Passando a Samsung, i piani sono più ambiziosio e la stima dell'azienda è di 50 milioni di smartphone per l'anno in corso, forte del successo ottenuto con il Galaxy S che ha raggiunto da solo più di 10 milioni di unità a fine 2010.

Con l'anno nuovo Samsung punterà anche sulla gamma media e i 50 milioni includeranno anche una buona percentuale di dispositivi con Bada. Sembra rilegata a una piccola parte, invece, la quota degli smartphone Windows Phone 7 che si dice potrebbe raggiungere al massimo qualche milione (al di sotto della decina) anche se non ci sono ancora dati per stime più precise.

Chiudiamo la panoramica con il Motorola Xoom, primo tablet e primo dispositivo mobile con Android 3.0 al mondo. Motorola crede molto in questo modello e ha già ordinato in produzione 700.000/800.000 unità, con lo scopo di raggiungere prima della fine di questo quarto il milione di Xoom venduti.

  • shares
  • Mail