LG Watch Urbane LTE, al MWC 2015 un secondo modello senza Android Wear?

LG cerca di affrontare il mercato degli smartwatch puntando sul principale motore per gli acquisti di questi gadget: un ottimo look.

LG-watch-urbane-LTE-01

Per ragioni che ci sfuggono nel modo più completo, LG ha ammesso di avere in cantiere un ulteriore smartwatch, basato sul già preannunciato LG Watch Urbane (trovate informazioni qui sotto, e anche un video), ma che non carica il sistema operativo Android Wear e neppure WebOS come il famoso prototipo Audi - a cui pur somiglia parecchio, a giudicare dalle prime immagini preliminari.

LG Watch Audi, un prototipo estremamente particolare fa bella mostra di sè al CES 2015

Cosa spinga LG a proporre un altro smartwatch che non ha poi troppe differenze da quelli già previsti, ma che non sfrutta l’ecosistema già piuttosto maturo di Wear è un grosso mistero. Sappiamo però che il nuovo gadget si chiama LG Watch Urbane LTE, e pertanto sia dotato di un modulo 4G che lo separerebbe dalla normale fascia d’uso degli smartwatch. Ci troviamo forse di fronte a un piccolo telefono da polso? LG ha addirittura messo una versione di Android completa in un orologio? Queste sono illazioni.

LG-watch-urbane-LTE

La cosa certa è che non ci saranno a breve - e forse mai - altri concorrenti con connettività LTE, raggiungibile attraverso una funzione di speed dial, e uno speaker più microfono che ci farà sembrare delle spie anni settanta. A questo si va ovviamente ad aggiungere il classico Bluetooth per accoppiarlo a un auricolare, e il modulo NFC che apre le porte al mondo delle micro-transazioni. Abbiamo a bordo anche un GPS per non perderci, e tutti i sensori che lo rendono un fitness tracker. Si tratta insomma di un complicato aggeggio, che trae la sua energia da una batteria da 700mAh, che è grande quasi il doppio rispetto a quella degli smartwatch tradizionali ma che risulta essere sottodimensionata per uno smartphone - cosa che questo aggeggio mira a diventare.

Il Watch Urbane LTE si naviga con tre pulsanti oltre allo schermo touch, uno per i setting e l’altro che assolve le funzioni di un tasto “back” universale. Il tasto al centro consente di cambiare modalità.

Ne sapremo di più al MWC, dove sarà annunciato e speriamo di vederlo.

LG Watch Urbane, guanto di sfida all'Apple Watch


LG Watch Urbane sfida Apple Watch sul piano dello stile

LG ha annunciato il proprio LG Watch Urbane, uno smartwatch Android Wear stiloso e davvero bello da vedere, con schermo tondo e scocca di metallo, ornato da un elegante cinturino di pelle.

Abbiamo avuto modo di vedere come i device Android Wear stiano lentamente diventando familiari e desiderabili agli utenti. I dati riguardano gli smartwatch spediti, e sono buoni e non ottimi.

Tutti, analisti e aziende, sono assolutamente convinti che il mondo sia nell’attesa spasmodica dell’orologio smart che definirà il mercato e sarà il primo successo globale, il primo smartwatch che diventerà un oggetto comune presso il grande pubblico. E tutti sono convinti che debba essere per forza l’Apple Watch - e come corollario, che se l’Apple Watch dovesse essere un flop, così sarà per l’intera categoria.

Non so se questa sia la verità, ma di certo LG sembra piuttosto convinta che il punto di forza dell’Apple Watch sia anche il miglior campo di battaglia su cui affrontarlo: lo stile. E se andiamo a vedere le vendite, scopriremo che il primo smartwatch ad aver venduto decentemente è in effetti proprio il Motorola Moto 360, il primo orologio Android Wear tondo e stiloso.

LG Watch Urbane è davvero bello, Vedendo una foto non si riesce neppure a capire che si tratta di uno smartwatch, e il suo display P-OLED è circondato da una cassa dorata o argentata. Il cinturino è della taglia standard: 22mm, e quindi è liberamente intercambiabile. Le funzionalità e l’hardware, invece sono sempre gli stessi. Come l’LG G Watch R abbiamo un processore 1.2GHz Snapdragon 400, un display 1.3” 320x320 da 245ppi. Lo spazio di archiviazione è di 4GB e ci sono 512MB di RAM, con una modesta ma più che sufficiente batteria da 410mAh.

Si tratta di un restyle di un modello precedente, presentato a qualche settimana dal MWC di Barcellona, in cui ci si aspetta una pioggia di concorrenti interessanti. La tecnologia è ferma a qualche mese fa, ma il look ha fatto passi da gigante. Questo orologio si può mettere assieme a un vestito formale e non aver paura di sfigurare. La strategia, almeno sulla carta, pare essere quella vincente.

  • shares
  • Mail