Ex manager di Nokia: la società è stata sempre ossessionata dalle economie di scala

telefoni NokiaTutti si chiedono come mai un colosso della telefonia mobile sia rallentato così tanto da dover chiedere aiuto a Microsoft? Cerca di dare una risposta Adam Greenfield, ex capo del settore design di Nokia, che è andato via dalla società quando ha iniziato ad intravedere un futuro piuttosto incerto.

Secondo Greenfield il problema è stato l'ossessione per le economie di scala. Cioè di produrre il maggior numero di cellulari possibili per ridurre il costo di produzione di ogni singola unità e guadagnare, così, più denaro possibile dalla vendita di ogni telefono. Una scelta che ha frenato l'innovazione e l'analisi delle nuove tendenze, come l'adozione degli schermi touchscreen.

Per esempio, dichiara Greenfield, Nokia conosceva da tempo la tecnologia NFC. Anzichè implementarla prima egli altri la sua pesante burocrazia ne ha frenato lo sviluppo perchè secondo un manager bisognava implementare la conferma via SMS per ogni transazione. Una scelta inutile considerando che con i micropagamenti l'utente, anche se perde il telefono, può perdere solo pochi euro.

Per Greenfield la società dovrebbe alleggerire la sua struttura e la sua burocrazia.

[via electronista]

  • shares
  • Mail