Ban WhatsApp per chi usa client non ufficiali? L'azienda interviene e chiarisce tutto

Chi usa la versione non ufficiale di WhatsApp non sarà punito con il ban permanente dal servizio

whatsapp

07/03/2015, ore 10.00

WhatsApp è stata al centro delle notizie di questa settimana, per via di alcuni presunti ban definitivi che avrebbe deciso per coloro che hanno usato client non ufficiali del servizio: si trattava di indiscrezioni piuttosto verosimili - diciamocelo -, se considerate che l'azienda aveva invitato, legalmente, alcuni team che gestivano client diversi da quello ufficiale a non continuare con tale comportamento. Oggi l'azienda è intervenuta su queste indiscrezioni, anche perché a tutti è parso piuttosto strano, d'altra parte, che WhatsApp si precludesse la possibilità di avere altri utenti dopo il ban ufficiale.

La notizia che stiamo per darvi è dunque ufficiale; l'azienda ha infatti dichiarato, nella persona di un portavoce, che

"Se un utente non disinstalla WhatsApp+, allora continueranno ad essere bannati fino a quando non smetterà di farlo. Ma non c'è un ban permanente".

Tech Crunch, fonte di questa notizia, sottolinea chiaramente che, se doveste continuare a usare non solo WhatsApp+, ma anche altre applicazioni come WhatsApp Reborn e OgWhatsapp, il vostro numero continuerà ad essere incompatibile con il servizio ufficiale (e con quello dei client non ufficiali, ovviamente), fino a quando non vi adeguerete. Il ban, comunque, c'è, e la durata è di ventiquattr'ore: scadute queste ventiquattr'ore, se avrete disinstallato tutti i programmi non ufficiali, potrete usare WhatsApp.

La politica dell'azienda, insomma, non è cambiata molto rispetto al passato, anche se, fossimo nel team, oltre a prendere questi giusti provvedimenti, inizieremmo a chiederci cosa fare per soddisfare completamente le richieste dell'utenza, che, spesso, nei programmi non ufficiali, trova qualcosa in più (a parte la gratuità del servizio, con la quale, però, è difficile essere d'accordo, perché un programma così tanto usato, e non monetizzabile per il momento, dovrà pur garantire qualche entrata, no?).

Via | Tech Crunch
Fonte foto | Cityrumors.it

- Mik -

WhatsApp, ban definitivo per client terze parti?


whatsapp

Al momento prendete queste notizie come indiscrezioni, anche se il fatto che WhatsApp abbia intenzione di provvedere a un ban permanente per chi usa client di terze parti non è per niente inverosimile, se pensate che la compagnia è passata da tempo alle maniere forti, prima bannando temporaneamente l'utente e poi inviando notifiche legali agli sviluppatori di applicazioni come WhatsApp Plus e non solo. Il ban permanente dal servizio, insomma, non sarebbe affatto un pettegolezzo esagerato, ed è per questo che vi invitiamo a disinstallare qualsiasi applicazione di questo tipo per evitare che al vostro numero di cellulare non possa essere più associato WhatsApp.

Abbiamo appreso la notizia dalla stampa internazionale e abbiamo trovato diversi messaggi su Google Plus, in cui si parla proprio di utenti bannati definitivamente dal servizio: ciò significa - ve lo ricordiamo - che, anche se disinstallerete l'applicazione per poi reinstallarla, non avrete risolto alcunché.

Approfondisci: come fare il backup delle chat di WhatsApp e Skype

Ripetiamo che si tratta di rumor, visto che, a quanto pare, la compagnia non ha ancora rilasciato nulla di ufficiale; per prevenire qualsiasi problema, però, noi eviteremmo di continuare a usare client di terze parti, anche se i software sviluppati dovessero offrire qualcosa di più rispetto al programma principale. Non appena ne sapremo di più, ovviamente, saremo qui ad aggiornarvi.

Via | Profilo Google Plus di OsmDroid

  • shares
  • Mail