Il telefono non si accende più, perché e come fare per risolvere i problemi dello smartphone

Cosa fare quando lo smartphone non si accende più e smette di funzionare? Questi consigli vi saranno d'aiuto

smartphone con custodia in pelle

Il telefono non si accende più e avete bisogno di aiuto prima di rivolgervi a un centro assistenza che potrebbe farvi aspettare ore e ore, se non giorni o settimane, qualora il problema dovesse rivelarsi piuttosto serio (e in quest’ultimo caso, comunque, è l’unica via di uscita per la riparazione gratuita dello smartphone). Cosa fare allora? Se il telefono non si accende e sembra rotto, i fatti stanno davvero così oppure potrebbe esserci qualche soluzione?


  • Anzitutto, vi consigliamo di controllare che non sia completamente scarico: può sembrare una presa in giro, ma non lo è affatto, perché potrebbe darsi che non vi siate accorti della batteria scarica, magari perché il caricabatterie non ha fatto il suo lavoro o perché il cavo USB (sempre che non usiate un caricatore wireless) è danneggiato.

  • Sempre relativamente alla batteria, dovete assicurarvi che questa funzioni perfettamente: succede spesso che o siano difettose o si rompano e smettano di funzionare nel corso degli anni; in questo caso, l’unica cosa da fare – che poi è anche il male minore, rispetto agli altri motivi di rottura e cattivo funzionamento – è quella di comprarne una nuova e verificare se il telefono riprende a funzionare oppure no. 

  • Controllato questo, i motivi per cui il vostro smartphone non si accende più potrebbero essere molti altri e noi siamo qui proprio per metterli bene in evidenza: una delle cause dello smartphone non funzionante potrebbe essere legata al software; avevate già notato che il telefono si riavviava senza motivo e dopo una serie di accensioni e spegnimenti ha smesso di funzionare? Il problema potrebbe essere risolto facendo un reset: cosa molto semplice, anche se perderete tutti i dati (ecco perché vi consigliamo di salvare tutto sempre su Dropbox o programmi simili). 

  • L’ultima volta vi abbiamo dato dei consigli su come intervenire quando il telefono cade in acqua, e oggi siamo qui a riproporveli, ricordandovi che il telefono potrebbe non funzionare più proprio perché venuto a contatto con l’acqua (parliamo, ovviamente, degli smartphone non dotati di certificazione IP68 o simili). In questo caso, le mosse da fare sono poche e il nostro consiglio è quello di rivolgervi subito a centri di recupero dati specializzati: sarà molto difficile, infatti, riuscire a fare tutto autonomamente. 

  • Alcuni problemi potrebbero presentarsi con lo schermo: potrebbe succedere, per esempio, che lo smartphone sia funzionante, ma che sia il display a non fare il suo dovere; se così fosse, capirlo è molto semplice: tenete premuto il pulsante di sblocco del displayper far sì che il telefono si spenga e si riaccenda; nel caso in cui il telefono dovesse emettere il solito suono di avvio o vibrare, in quel caso sappiate che tutto funziona ma che è lo schermo a dare problemi: il centro assistenza è l’unica strada che avete.


Approfondisci: come proteggere lo smartphone e rendere Android sicuro

Come vedete, se lo smartphone non si accende più, le cause possono essere molteplici: restate calmi, però, perché a tutto c’è una soluzione (certo, se non siete coperti da garanzia dovrete pagare per ripristinare tutto, ma è molto difficile perdere tutti i dati che avete salvato).

  • shares
  • Mail