Android Q, primi dettagli sul sistema operativo

Per la prima beta pubblica si dovrà attendere ancora qualche mese (forse maggio), ma gli esperti di XDA Developers hanno già ottenuto una versione preliminare di Android Q che ha permesso di scoprire alcune novità. La build del sistema operativo è stata installata sul Google Pixel 3 XL, uno dei due smartphone (l'altro è il Pixel 3) che riceverà l'aggiornamento quando sarà pronta la release finale (agosto?).

Android Q permetterà di attivare il Dark Mode nelle impostazioni relative allo schermo. Gli utenti potranno attivarlo sempre oppure in base all'ora del giorno. Alcune parti dell'interfaccia (impostazioni, launcher e app File) diventeranno grigio scuro, mentre altre (impostazioni rapide e notifiche) diventeranno nere. Questa funzionalità, una delle più richieste dagli utenti, consentirà di ridurre i consumi sugli smartphone con schermo OLED.

Il nuovo sistema operativo offrirà un controllo maggiore sui permessi. Oltre alla schermata che mostra un riepilogo per ogni app verrà aggiunta un'opzione per restringere l'uso di GPS o microfono solo alle app in esecuzione (non in background). Nelle opzioni riservate agli sviluppatori è presente la voce "modalità desktop". Potrebbe trattarsi di una funzionalità simile a Samsung DeX che trasforma lo smartphone in un computer completo, collegando monitor, tastiera e mouse.

Nella build preliminare ci sono infine nuove opzioni di accessibilità e una versione aggiornata dell'app File con filtri per immagini, documenti, audio e video. Una delle icone nelle impostazione rapide consente di disattivare tutti i sensori dello smartphone, inclusi accelerometro e giroscopio. Ulteriori dettagli verranno pubblicati nei prossimi giorni.

  • shares
  • Mail