Galaxy Fold, lo smartphone pieghevole di Samsung

Durante l'evento Unpacked di San Francisco non sono stati presentati solo i Galaxy S10. Samsung ha svelato anche l'atteso Galaxy Fold, uno smartphone pieghevole che rappresenta il capostipite di una nuova categoria di prodotti. Il dispositivo è stato progettato soprattutto per offrire agli utenti una maggiore area di visualizzazione, limitando le dimensioni complessive.

Il Galaxy Fold è un "ibrido smartphone-tablet", in quanto possiede un tradizionale schermo esterno da 4,6 pollici (Super AMOLED) e uno schermo interno Infinity Flex (Dynamic AMOLED) da 7,3 pollici. Samsung ha creato un nuovo polimero che permette di piegare migliaia di volte il display senza causare lesioni o rotture. Le due parti del dispositivo sono collegate da una cerniera composta da ingranaggi multipli.

La dotazione hardware comprende un processore octa core a 7 nanometri (forse lo Snapdragon 855), 12 GB di RAM e 512 GB di storage. Il Galaxy Fold possiede sei fotocamere. Sulla cover frontale c'è una fotocamera da 10 megapixel (f/2.2), mentre sul retro ci sono tre fotocamere da 12, 16 e 12 megapixel, abbinati ad obiettivi con apertura variabile (f/1.5-2.4), grandangolare (f/2.2) e tele (f/2.4) con zoom ottico 2x. Quando lo smartphone è aperto si possono utilizzare le due fotocamere interne con sensori da 10 e 8 megapixel.

La batteria da 4.380 mAh supporta la ricarica rapida e wireless. Quest'ultima funziona anche in modalità inversa e consente di ricaricare altri dispositivi. Il sistema operativo è Android 9 Pie con interfaccia One UI. Samsung ha sviluppato funzionalità specifiche: Multi-Active Window permette di visualizzare tre app allo stesso tempo sullo schermo interno, mentre con App Continuity è possibile "spostare" le app dal display esterno a quello interno e viceversa.

Lo smartphone pieghevole verrà offerto in quattro colori (Space Silver, Cosmos Black, Martian Green e Astro Blue) e arriverà sul mercato nel secondo trimestre 2019. Il prezzo è 2.000 euro.

  • shares
  • Mail