Google cancella il lancio di nuovi tablet

Google Pixel Slate
Google ha ufficialmente comunicato la sua uscita dal mercato dei tablet. L'ultimo modello sarà dunque il Pixel Slate, basato su Chrome OS, che non ha ricevuto recensioni molto positive. L'azienda di Mountain View ha interrotto lo sviluppo di due modelli più piccoli e spostato i dipendenti nel team che si occupa dei notebook Pixelbook.

La storia dei tablet Google è iniziata nel 2012 con il Nexus 7 e proseguita con il successore nel 2013. Nel 2012 e nel 2014 sono stati presentati i Nexus 10 e Nexus 9, ma questi modelli non hanno avuto un grande successo perché Android non era ottimizzato per schermi di grandi dimensioni. Stessa sorte per il Pixel C del 2015, un tablet con tastiera staccabile. Sul Pixel Slate del 2018 è stato invece installato Chrome OS. Proprio il software è il punto debole del dispositivo, come riportato in diverse recensioni.

Google aveva pianificato il lancio di due modelli con schermo più piccolo, ma lo sviluppo è stato interrotto in quanto non hanno superato i test interni. L'uscita dal mercato dei tablet non rappresenta comunque un danno irreparabile poiché l'azienda aveva un ruolo marginale nel settore dominato da Apple con i suoi iPad. Un portavoce ha dichiarato che verrà garantito il supporto per il Pixel Slate (fino a giugno 2024) e che Chrome OS verrà aggiornato per migliorare l'esperienza d'uso sui tablet di altri produttori.

I dipendenti che lavoravano sui tablet cancellati sono stati spostati nel team che sviluppa i Pixelbook. Un Pixelbook 2 dovrebbe essere annunciato entro fine anno.

  • shares
  • Mail