WhatsApp, condivisione dello Stato su Facebook?

WhatsApp

In base alle informazioni ricevute da The Verge, gli utenti potranno condividere lo Stato di WhatsApp nelle Storie di Facebook, ma anche in altri servizi di terze parti. L'azienda di Menlo Park ha introdotto la novità nella versione beta per Android, ma potrebbe essere disponibile per tutti in futuro (alcuni precedenti "esperimenti" non sono mai arrivati nella versione finale).

Lo Stato di WhatsApp è l'equivalente delle Storie di Instagram, quindi testo, foto e video vengono automaticamente eliminati dopo 24 ore. Nella versione beta per Android è stata aggiunta l'opzione per la condivisione nelle Storie di Facebook e altre app, tra cui Gmail e Google Foto. Ciò avviene tramite le API "data-sharing" del sistema operativo, quindi gli account dei servizi non sono collegati tra loro.

Per quanto riguarda Facebook e Instagram ci sono eventi separati associati ai rispettivi post. Inoltre non esiste nessuna opzione per la condivisione automatica. Ciò non dovrebbe portare ad una nuova indagine da parte della Commissione Europea. Facebook ha ricevuto una multa di 110 milioni di euro circa due anni fa per aver condiviso i dati degli utenti WhatsApp con il social network, nonostante la promessa fatta all'epoca dell'acquisizione di mantenere separati i due servizi.

Lo Stato di WhatsApp è stato introdotto nel 2017 e viene utilizzato da oltre 500 milioni di persone al giorno. Nella schermata compariranno le inserzioni pubblicitarie a partire dal 2020. In futuro è prevista anche l'integrazione di Messenger, WhatsApp e Instagram che consentirà l'invio dei messaggi da un servizio all'altro. Se e quando verranno effettuata l'unificazione delle piattaforma, l'azienda di Menlo Park avrà la rete di messaggistica più grande del mondo con quasi tre miliardi di utenti.

  • shares
  • Mail